Progetto Eube, terza tappa del viaggio tra le imprese: fondi Ue per realizzare un sogno

196

Per accedere ai fondi che l’Europa mette a disposizione delle imprese non basta avere un progetto forte, occorre anche puntare sul bando giusto e saper scegliere i partner migliori. E’ quanto emerge dalle interviste che Ildenaro.it propone per conoscere più da vicino i “segreti” di chi con successo ha saputo sfruttare le risorse europee facendo crescere la propria azienda e il proprio territorio.

E’ il caso di notissime compagnie di navigazione come il Gruppo Grimaldi, di affermate società di gestione di capitali e di consulenza aziendale come Meta Group ed Enco, di realtà emergenti del mondo biotech come Detosizymes e di aziende agricole come La Rufesa. Sono loro i protagonisti della terza tappa di questo particolare viaggio (per chi avesse perso le puntate precedenti ecco la primala seconda). A parlare in videochat della loro esperienza sono Dario Bocchetti, responsabile Energia e Innovazione del Gruppo Grimaldi, Dario Mazzella, project manager di Meta Group, Marco de la Feld, project manager di Enco, Raffaele Amore, amministratore unico di Terravecchia e Carmela Circelli, amministratore unico di La Rufesa.

Le interviste sono prodotte nell’ambito di Eube (Europe Boosts Enterprises), uno dei sei progetti strategici per l’Italia della rete Europe Direct, dedicati alle tematiche del Piano Juncker, progettato e gestito dal Centro Europe Direct LUPT “Maria Scognamiglio” dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, di cui Ildenaro.it è media partner.