Rassegne, Giffoni 50: intesa con Città della Scienza e Museo Madre

156

La Winter Edition del Giffoni Film Festival fara’ dialogare tre importanti istituzioni culturali campane, tre poli di conoscenza, formazione e creativita’ di rilievo nazionale ed internazionale. In occasione della tranche natalizia, infatti, Giffoni Opportunity avvia una importante collaborazione con Citta’ della Scienza e Museo Madre, che consentira’ di superare, simbolicamente e nel pieno rispetto delle regole vigenti, i limiti imposti dal periodo di emergenza sanitaria in corso. Per l’occasione, infatti, riapriranno gli spazi espositivi di questi due riferimenti culturali partenopei, che ospiteranno due speciali appuntamenti, che si inseriscono nell’ambito di #Giffoni50 – Winter Edition, che potranno essere seguiti dal pubblico esclusivamente in modalita’ digitale, in diretta streaming. Eccezionalmente sale e mostre saranno nuovamente visitabili, anche se solo online, dai giffoner di tutto il mondo. Due i laboratori, uno dedicato alla scienza ed un altro all’architettura, coordinati da Le Nuvole, ente che da 35 anni progetta e realizza azioni sperimentali nel campo delle arti, della scienza e della cultura, pensando al diritto dei giovanissimi di imparare giocando per crescere creativamente e liberamente attraverso i linguaggi della cultura. I due appuntamenti si inseriscono nell’ambito della sezione Vivo Giffoni – Street Fest On Web, una delle proposte di #Giffoni50 – Winter Edition. “Siamo felici e onorati di questa collaborazione – commenta Claudio Gubitosi, direttore di Giffoni Opportunity – Con questa iniziativa diamo vita ad una rete che, in un periodo cosi’ difficile, e’ quanto mai necessaria. Giffoni, Museo Madre e Citta’ della Scienza condividono lo stesso spirito, quello che ci porta a non demordere, a non cedere mai, a non smettere di sperare”. Per Riccardo Villari, presidente di Citta’ della Scienza “l’unione con due delle piu’ importanti ed innovative realta’ culturali del panorama regionale e nazionale e’ per noi fonte di grande soddisfazione”. Laura Valente, presidente della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, ha spiegato di aver “fortemente voluto che il portone giallo del Madre si aprisse simbolicamente a questa esperienza, che promette sinergie interdisciplinari ulteriori, fondamentali per creare insieme percorsi inediti nati dall’incontro tra linguaggi, approcci, pratiche differenti”. Il primo appuntamento e’ riservato agli Elements +10. Il laboratorio dedicato alle scienze e’ in programma domani. Dalla Citta’ della Scienza di Napoli, il pubblico potra’ partecipare ad un avvincente gioco-racconto scientifico alla scoperta di frutta, verdura e tanto altro. Il secondo laboratorio vedra’ al centro l’architettura. L’appuntamento di martedi’, 29 dicembre, sara’ dedicato agli Elements +6, che seguiranno le attivita’ in Zoom room. Il laboratorio, in diretta dal Museo Madre di Napoli, potra’ essere visto in live streaming su www.vivogiffoni.it.A Palazzo Donnaregina, sede del Museo Madre, in compagnia di Claudio Baccanico, negli spazi riservati in questo periodo alla mostra “Alessandro Mendini piccole fantasie quotidiane”, i bambini realizzeranno, attraverso la tecnica del collage, una personalissima architettura urbana.