Regione, D’Angioli: Con i Fondi Ue parte il rilancio economico della Campania

59

Parte il rilancio della crescita economica e sociale: l’efficace strategia di comunicazione a supporto del Programma e il piano di rafforzamento delle strutture operative dell’amministrazione regionale sono due condizioni necessarie per il successo e per l’efficace attuazione del Por Campania Fesr 2014-2010“. Così l’assessore ai Fondi Europei Serena Angioli, che stamattina ha preso parte alla riunione del Comitato di Sorveglianza fondi Por Fesr 2014-2020.

L’incontro, cui hanno preso parte i componenti della Commissione Europea, i rappresentanti delle amministrazioni statali e le parti socio-economiche conclude la “due giorni” dedicata al Programma Por 2014-2010 iniziata ieri con il convegno che si è svolto a Villa Pignatelli di Napoli e che ha visto, tra gli atri, la partecipazione del presidente della Regione Vincenzo De Luca.

Per quanto riguarda le priorità assegnate al Por – continua l’assessore Angioli – l’asse relativo allo sviluppo urbano e la programmazione integrata tra i fondi europei e le risorse nazionali rappresentano la priorità strategica che innerva tutto il programma. L’attenzione allo sviluppo delle risorse interne è considerata una priorità per il riequilibrio territoriale e socio-economico della Campania“. “La Regione – ha concluso l’assessore Angioli – ha accolto la sfida occupazionale e di crescita soprattutto tramite la buona riuscita dell’importantissimo volume finanziario assegnato al rafforzamento del sistema produttivo campano che, congiuntamente agli assi della ricerca e innovazione, all’energia e all’inclusione sociale, attivano circa 550 milioni di euro. Da questo volume di investimento è attesa la risposta regionale alla grande sfida occupazionale con particolare riguardo a quella giovanile“.