Graded, dall’idrogeno verde all’agroindustria: la società napoletana lancia il suo primo Energy Compact

52
In foto Vito Grassi

Graded, società del settore energetico guidata da Vito Grassi, accelera sul fronte della transizione ecologica. L’azienda napoletana, specializzata in progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione di impianti di produzione di energia ad alta efficienza, ha lanciato il suo primo “Energy Compact”, un impegno pubblico riconosciuto dalle Nazioni Unite per accelerare il progresso verso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile numero 7 (garantire a tutti l’accesso a servizi energetici affidabili, sostenibili, moderni e a prezzi accessibili), numero 9 (costruire un’infrastruttura resiliente, promuovere l’industrializzazione inclusiva e sostenibile e favorire l’innovazione) e numero 13 (promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico).Per raggiungere questi obiettivi Graded si impegna, tra l’altro, a investire nuove risorse in progetti di ricerca e sviluppo sulle fonti rinnovabili – dalla geotermia, al solare e all’idrogeno verde – e a rafforzare la propria presenza in nuovi settori carbon free come l’agroindustria, facendo leva sugli strumenti messi a disposizione dalla Digital Transformation. “La decarbonizzazione – dice l’amministratore delegato di Graded, Vito Grassi – è una missione complessa che deve mobilitare ogni capacità innovativa agevolando il trasferimento tecnologico, il rapporto con Università, centri di ricerca.Oggi per un’impresa “fare bene all’ambiente” non è più solo un obiettivo etico o legato alla responsabilità sociale, ma rappresenta sempre di più un requisito per sviluppare nuove forme di competitività ‘a prova di futuro’ e per incontrare le esigenze di un mercato in continua evoluzione”.