UniCredit sottoscrive minibond del Gruppo Miri per 1,5 mln. Via ai progetti di riduzione dell’impatto ambientale

109
in foto stabilimento della Miri Spa

UniCredit ha sottoscritto un prestito obbligazionario (minibond) da 1,5 milioni di euro, garantito dal Fondo di garanzia per le Pmi gestito da Mediocredito Centrale ed emesso da Miri Spa, azienda napoletana specializzata nel campo della progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti tecnologici, sia civili che industriali, in particolare per il settore delle infrastrutture e dei trasporti.
Il prestito obbligazionario sottoscritto da UniCredit, della durata di 5 anni, è finalizzato a sostenere i progetti legati alla sostenibilità che l’azienda sta portando avanti al fine di ridurre l’impatto ambientale della mobilità e di accelerare la diversificazione delle attività, posizionandosi anche come importante player nazionale di riferimento nel mercato dell’efficientamento energetico.
In aggiunta al minibond sottoscritto, UniCredit ha messo a disposizione del Gruppo Miri anche un plafond di 8 milioni di euro tramite la controllata UniCredit Factoring.

Sedi a Napoli e a Pistoia
Fondata sul finire degli anni ’60, la Miri ha percorso in un cinquantennio tutte le tappe di uno sviluppo aziendale graduale, costante e strutturato, transitando da ditta individuale a Società per azioni. L’azienda opera su tutto il territorio nazionale con due sedi, Napoli e Pistoia, che impiegano complessivamente 200 dipendenti e vanta partnership e commesse con importanti player nazionali nel campo delle costruzioni e delle manutenzioni ferroviarie. Dal 2017, forte della specializzazione nel settore dell’impiantistica, la Miri ha intrapreso nuovi investimenti volti a posizionarsi come player nel mercato dell’efficientamento energetico.

All’azienda l’appalto per la riqualificazione energetica della rete Eav
Il Gruppo Miri è risultato recentemente vincitore della concessione, in Project Financing, della gara per la riqualificazione energetica della rete ferroviaria campana. La gara, messa a bando da Eav srl (società della Regione Campania per la gestione del trasporto pubblico regionale), prevede una durata della concessione di 13 anni ed ha un valore complessivo di circa centottanta milioni di euro.
“Siamo particolarmente soddisfatti per aver fatto esperienza, grazie a UniCredit, di un nuovo strumento finanziario per il nostro gruppo – afferma Giovanni Paone, Amministratore delegato Miri Spa – e siamo certi che negli anni a venire avremo nuovamente modo di ricorrere a questa vantaggiosa forma di finanziamento considerati i numerosi progetti che il nostro gruppo ha in essere”.
“Il Gruppo Miri è un esempio di azienda del territorio che, anche grazie a una attenta gestione manageriale, è riuscita a conquistare negli anni una posizione di riferimento nel suo particolare segmento, avviando anche una diversificazione del business legata ai temi della sostenibilità ambientale – ha affermato Annalisa Areni, Regional Manager Sud di UniCredit – Questa operazione conferma l’attenzione di UniCredit allo sviluppo e alla valorizzazione delle più dinamiche realtà imprenditoriali del territorio, incoraggiando la diversificazione delle fonti di finanziamento. Sono sempre più numerose le Pmi della Campania che si stanno avvicinando al mercato dei capitali e ciò è anche un segnale della vivacità delle imprese di questa regione”.
La società è stata assistita, in qualità di legal & financial advisor, dalla Costanzo & Associati Advisory Srl. Massimo Talone, in qualità di project leader, e Paolo Annunziata, Studio Annunziata di Napoli, in qualità di co-advisor, hanno curato l’execution dell’operazione. Inoltre, la Dienne & Progress Srl di Diego Natale ha collaborato con la direzione amministrativa e finanziaria della società per il raggiungimento del risultato.