Alla Fiera di Roma ‘Arti e mestieri Expo’ fra artigianato ed enogastronomia

49

Roma, 13 dic. (Labitalia) – Da domani al 17 dicembre, torna alla Fiera di Roma ‘Arti e Mestieri Expo’, la tradizionale manifestazione dedicata all’artigianato, al regalo unico e originale, alle eccellenze enogastronomiche, giunta alla dodicesima edizione. Con la partecipazione e il sostegno di Regione Lazio, Unioncamere Lazio, Camera di commercio di Roma, Camera di commercio di Rieti e Lazio Innova, la manifestazione ritorna e si rinnova acquisendo un respiro internazionale con la sezione ‘Horizons’, con la presenza di prodotti tipici provenienti dall’estero.

La storia dei mestieri, i luoghi del gusto, le arti dello spettacolo e l’amore per le tradizioni sono i temi di ‘Arti e Mestieri Expo/Horizons 2017’. Saranno più di 200 gli espositori presenti nelle aree dedicate, per un grande colorato happening natalizio che coinvolge anche cultura, benessere, moda, musica e tanto intrattenimento.

Una formula rinnovata che accosta alla valorizzazione delle peculiarità artigianali anche momenti didattici e laboratoriali rivolti alle scuole, alla riscoperta delle arti manuali e della multisensorialità. Infatti, ‘Arti e Mestieri’ ospita l’alternanza scuola-lavoro grazie a Formacamera, Azienda speciale della Camera di commercio di Roma che si occupa di formazione scolastica e professionale con il contributo di Cna-Roma con le scuole di pasta, pane, pizza e panettone, aperte anche alla partecipazione del pubblico.

“Dopo gli artigiani e inventori digitali della Maker Faire, Fiera Roma è orgogliosa – dichiara Pietro Piccinetti, amministratore unico di Fiera Roma – di riaprire le porte di ‘Arti e Mestieri Expo’, la fiera ideata e organizzata da Fiera Roma, che mette in mostra l’eccellenza artigiana tradizionale. Quella ovviamente del nostro territorio, quella italiana in genere e, novità di questa XII edizione, quella di molti Stati del mondo. Quest’anno, infatti, ‘Arti e Mestieri’, ormai un appuntamento fisso per Roma alle porte del Natale, allarga i suoi orizzonti, ospitando anche artigiani e artisti dall’Iran, della Tunisia, dal Marocco,dalla Libia, dalla Costa d’Avorio e dal Portogallo”.

“Una vetrina sempre più ricca e variopinta – sottolinea – sull’eccellenza delle botteghe più peculiari di Italia, Mediterraneo e mondo. Un percorso tra prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia che sarà anche un modo per fare la conoscenza con culture e tradizioni vicine e lontane, con molti momenti di approfondimento. Un contesto ideale per trovare regali di Natale al 100% artigianali e un’occasione perfetta per fare incontrare direttamente produttori e consumatori. Per una Fiera ancora una volta a supporto dell’economia del territorio e non solo”.

Tra i protagonisti 2017, anche lo chef Fabio Campoli, opinion leader del panorama gastronomico italiano, fondatore di Campoli Azioni Gastronomiche e presidente di ProDiGus, che porterà la sua trentennale esperienza insieme ai suoi numerosi ospiti quotidiani, tra show cooking, dibattiti e presentazioni.

Accanto a lui, infatti, gli esaltatori di ‘Sapere’ condurranno il pubblico alla scoperta delle più ricercate prelibatezze gastronomiche: dallo street food rivisitato in chiave gourmet, al gelato, passando per i biscotti, il sale marino e i vegetali, senza perdere di vista la salute e la cultura. ‘Arti e Mestieri Expo’ propone anche un gustoso e appassionante viaggio culinario tra passato e futuro.

Ad arricchire il Natale di ‘Arti e Mestieri Expo/Horizons’ la contemporaneità con la Fabbrica-Museo del Cioccolato, parco tematico unico nel suo genere a livello internazionale, un microcosmo pieno di attrazioni con un unico focus: il cioccolato declinato in tutte le sue forme.

E, infine, la manifestazione presenta un programma ricco di musica della tradizione popolare e spettacoli dedicati alle famiglie e ai giovani: pizzica, tarantella, presepe animato, tombola napoletana e altro. In particolare, tutti i giorni alle ore 18, spettacolo gratuito degli ‘Easy Pop’ la storia del Jukebox attraverso la reinterpretazione delle più belle canzoni di un’epoca unica: 60/70/80. E sabato sera, alle 20, uno dei principali interpreti della ‘Notte della Taranta’: Antonio Amato che con l’ensemble ci condurrà in una fusion tra musica classica, popolare e rock.