Anm, il Comune: Concordato preventivo scelta obbligata

198

”Oggi l’Anm ha depositato presso il Tribunale di Napoli la richiesta di concordato preventivo, una scelta strategica nell’ottica della salvaguardia dell’azienda, in assenza di significativi cambiamenti tali da determinare modifiche strutturali rispetto alla gravissima situazione che ha portato già un anno fa l’amministrazione comunale a chiedere ad Anm un piano industriale di risanamento che non ha prodotto i necessari risultati”. É quanto si afferma in una nota dell’amministrazione Comunale. ”La crisi economico-finanziaria che sta attraversando l’Anm, unitamente all’elevato livello di indebitamento accumulato nel tempo, alla persistente difficoltà dell’azienda di attuare le misure previste nel piano di stabile risanamento e, ancor meno, nell’importante protocollo sottoscritto con le organizzazioni sindacali nell’ottobre scorso, alla riduzione dei fondi per il trasporto pubblico, hanno determinato l’Amministrazione comunale, con il coordinamento strategico della Napoli Holding, ad adottare lo specifico indirizzo della domanda prenotativa di concordato, individuata, quale soluzione adeguata non solo per la salvaguardia dell’Azienda ma per un suo effettivo e definitivo rilancio” si legge ancora nella nota. ”Tale soluzione, laddove omologata dal Tribunale, consentirà, inoltre, di tutelare i livelli occupazionali dell’azienda, aspetto ritenuto da sempre essenziale da questa Amministrazione, di proteggerne il patrimonio e di offrire servizi di maggiore qualità sul territorio di Napoli”.