Maxi-operazione di salvataggio profughi
In azione la motonave Maria Bottiglieri

61

C’è anche un’azienda campana impegnata nella maxi operazione di salvataggio in mare di profughi dispersi su un barcone a Nord della costa africana. E’ la Rizzo-Bottiglieri-De Carlini Armatori di Torre C’è anche un’azienda campana impegnata nella maxi operazione di salvataggio in mare di profughi dispersi su un barcone a Nord della costa africana. E’ la Rizzo-Bottiglieri-De Carlini Armatori di Torre del Greco che ieri ha messo a disposizione del Comando generale della Guardia costiera della Marina militare italiana la motonave Maria Bottiglieri, petroliera di 110 mila tonnellate in navigazione nelle acque libiche, per il recupero di 116 persone ora dirette verso la Calabria o la Sicilia secondo le disposizioni che verranno impartite. L’amministratore delegato della società torrese, Giuseppe Rizzo, sta seguendo l’evoluzione della situazione dal quartier generale del gruppo armatoriale. Decine di barconi verso l’Italia Con il miglioramento delle condizioni meteorologiche, nel Canale di Sicilia e’ ripreso in modo consistente il flusso di migranti provenienti dal Nord Africa e diretti verso l’Europa. Secondo quanto comunicato via Twitter dalla Guardia Costiera, sono stati 2.782 i migranti salvati nel fine settimana nel Mediterraneo, con 1.116 persone soccorse solo nella giornata di ieri. Tra venerdì e sabato, invece, sono stati 978 i migranti tratti in salvo in tre diverse operazioni con la collaborazione di Marina Militare e navi mercantili.