Napoli, rivoluzione telematica: i tributi si pagano online

74

Pagare gli F24 online (senza alcun costo di commissione) per l’acconto 2018 dell’Imu e della Tasi, nonchè, per la prima volta in Italia, per le rate della Tari 2018. È questa una delle nuove possibilità che il Comune di Napoli offre ai propri cittadini in materia di tributi. Grazie alla “rivoluzione” telematica messa in campo avvalendosi della collaborazione di Advanced Systems (software house napoletana fornitrice della piattaforma per la gestione dei tributi dell’Amministrazione), sarà possibile anche prenotare gli appuntamenti agli uffici di Corso Arnaldo Lucci evitando così file interminabili e inutili perdite di tempo. Tra le nuove possibilita’ offerte, da svolgere sempre on line, anche tutte le operazioni che riguardano nuove iscrizioni, variazioni e stampa della modulistica senza contare il calcolo delle imposte da pagare, grazie al calcolatore Riscotel di Advanced Systems, per Imu, Tasi e Tassa Rifiuti. “Il rapporto con la Pubblica Amministrazione – dice l’assessore al Bilancio, Enrico Panini, a margine della presentazione di questa mattina dei nuovi servizi – si semplifica”. Nei prossimi giorni, ha annunciato l’assessore, grazie a convenzioni con i Caf, gli ordini professionali e le associazioni di consumatori, “saranno decine i punti in città cui si potranno rivolgere liberamente i cittadini” con minori conoscenze informatiche. È Linkmate lo strumento informatico adottato dal Comune di Napoli che permette la totale consultazione del cassetto fiscale del contribuente ed e’ raggiungibile dai servizi on-line del sito web dell’Amministrazione.