Premio Ruffolo a Nicoletti Pioniere anti-Alzheimer

22

La ricerca italiana premiata nel mondo. Ad aggiudicarsi il Premio Robert R. Ruffolo è Ferdinando Nicoletti, responsabile del laboratorio di Farmacologia presso l’Irccs Neuromed e docente La ricerca italiana premiata nel mondo. Ad aggiudicarsi il Premio Robert R. Ruffolo è Ferdinando Nicoletti, responsabile del laboratorio di Farmacologia presso l’Irccs Neuromed e docente di Farmacologia presso la facoltà di medicina e chirurgia dell’Università di Roma. Il premio , conferito nell’ambito dell’Aspet (Annual Meetng at Experimental Biology). Si tratta di uno dei più importanti riconoscimenti attribuito ai ricercatori che si sono particolarmente distinti per il loro contributo alla ricerca scientifica e che sono al culmine della propria carriera. Il Premio è stato attribuito a Nicoletti per il suo continuo impegno e per i risultati ottenuti nell’ambito della farmacologia e in particolare per il suo pioneristico lavoro nella ricerca sui recettori metabotropici del glutammato (mGlu)Gli studi dello scienziato italiano hanno permesso a tutta la comunità scientifica di fare passi in avanti sulla conoscenza di questi recettori che sono indagati per il loro ruolo nella farmacologia e nell’approccio terapeutico di patologie come l’Alzheimer, patologie neurodegenerative, trattamento del dolore cronico e della sclerosi laterale amiotrofica. Gli studi hanno influenzato molti ricercatori e sono oggetto di approfondimenti nei laboratori di tutto il mondo. Infatti è dal 1991 che la comunità scientifica internazionale si riunisce sotto l’egida dell’esperto siciliano per continui “up to date” sul tema dei mGlu. Dopo la laurea conseguita presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania, ha continuato la sua formazione presso il Nimh e poi alla Georgetown University di Washington. E’ stato collaboratore di Erminio Costa, il “padre della benzodiazepine” ovvero il rimedio farmaceutico a patologie comunissime come l’insonnia, il mal di testa, l’ansia e la depressione. Nicoletti è divenuto professore associato presso l’Università degli Studi di Perugia e Professore Associato presso l’Università di Catania, per poi giungere successivamente alla nomina come Professore Ordinario presso l’Università di Roma (La Sapienza) e Responsabile del laboratorio di farmacologia presso l’IRccs Neuromed.