Regionali in Campania, de Magistris: Una lista civica contro De Luca e Caldoro

94
in foto Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

«Il nostro obiettivo è costruire un campo largo, una coalizione civica regionale con la quale ritengo avremmo molte probabilità di vincere. Non abbiamo steccati, ci rivolgiamo ad aree diverse e ci auguriamo di poter avere una risposta soddisfacente ma è evidente che siamo alternativi a qualsiasi candidatura che veda nelle figure di De Luca e di Caldoro i riferimenti». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in vista delle regionali che si terranno alla fine di maggio 2020. Il primo cittadino, nel sottolineare che il dialogo con altre forze «è già aperto da qualche mese», ha aggiunto: «Vediamo se tra il M5s e all’interno del Pd, ma anche tra le forze più moderate e conservatrici si comprende che una coalizione civica regionale è quello che forse si aspettano i campani ». Da parte sua il sindaco ha ribadito che la lista sarà annunciata dopo l’Epifania e «sarà sottoposta alla dialettica di questo campo largo. Non vogliamo andare da soli – ha evidenziato – ma serve costruire una coalizione fatta di persone con coerenza, credibilità, capacità di rompere un sistema e di governare. Persone in grado di prendere molti voti e di essere molto più attraenti rispetto a un’altra riproposizione dello scontro De Luca- Caldoro». Ma le regionali non sono l’unico appuntamento elettorale del 2020 che si aprirà il 23 febbraio con le suppletive per un posto al Senato. Competizione in cui il movimento che fa capo al sindaco de Magistris ci sarà. «Sceglieremo la candidatura – ha spiegato – ma io non ci sarò perché come più volte detto al 99 per cento sarò sindaco fino a scadenza mandato 2021. Da questo gennaio inizia una lunga campagna elettorale che ci porterà fino alla primavera del 2021. Una campagna elettorale che – ha concluso – va fatta con convinzione e passione e che ci vedrà presenti in tutte le competizioni».

No ai botti pericolosi, si comprino giochi per i bambini poveri

“Non bisogna sparare il maniera illegale e irresponsabile. Se chi compra i botti pericolosi evidentemente ha i soldi, li utilizzi ad esempio per andare nei negozi dove c’è l’iniziativa del Giocattolo sospeso sponsorizzata dal Comune di Napoli e compri un giocattolo per un bambino povero. Questo è essere napoletani”. Il sindaco ha lanciato un appello a non utilizzare fuochi d’artificio illegali nella notte di Capodanno. “Credo che questa abitudine dei botti pericolosi nella nostra città debba finire – aggiunge de Magistris – ci sono i botti consentiti e ci saranno quelli organizzati dal Comune, che si vedranno sul Lungomare e a Borgo Marinari. Ci sono anche fuochi consentiti dalla legge e mi auguro si utilizzino quelli e che non vengano utilizzati altri. E’ uno spreco di denaro, un pericolo per chi li utilizza e per gli altri”. De Magistris ricorda che “negli ultimi anni la conta dei feriti e finanche dei morti è molto diminuita, ma – sottolinea – non ci accontentiamo di questo. E’ una questione di sensibilità e maturità”.

Il 2020 sarà l’anno dei servizi

“Nel 2020 ci sarà una musica diversa: dovrà essere l’anno dei servizi per innalzare la qualità della vita della nostra citta’ con la pulizia, il decoro e i trasporti”, ha poi detto il sindaco. “Non ci sono alibi per nessuno – dice – e nel 2020 ci misureremo con una sfida che anche i napoletani dovranno contribuire a vincere”.