Salvatore Lioniello e Raffaele Bonetta in un evento con le stelle della cucina italiana per il Monaldi di Napoli

84

Il prossimo 6 maggio, alle ore 20.30, la pizzeria di Salvatore Lioniello a Succivo ospiterà un evento straordinario all’insegna del gusto e della solidarietà. I due maestri pizzaioli campani, Salvatore Lioniello e Raffaele Bonetta, uniranno le loro forze e la loro creatività per uno show a quattro mani a favore di Fondazione Serena per il Centro Clinico Nemo, dell’Azienda Ospedaliera Specialistica dei ColliOspedale Monaldi di Napoli.

La serata vedrà la partecipazione di un “cast” d’eccezione, che renderà l’evento ancora più speciale: gli chef stellati Domenico Iavarone e Cristian Torsiello, il pasticciere pluripremiato Aniello di Caprio e l’esperto panificatore, nonché biologo Carlo Di Cristo.

Nato a Casavatore nel 1982, Iavarone è un maestro della cucina italiana che ogni volta stupisce con la sua creatività e il suo talento. La sua carriera è costellata di successi, all’attivo due stelle Michelin, una ottenuta al Maxi di Vico Equense (Na) nel 2014 e l’altra al ristorante Josè, all’interno di Tenuta Villa Guerra a Torre del Greco (Na). Dopo aver portato la cucina classica italiana in giro per il mondo, valorizzando la semplicità delle materie prime del territorio con un pizzico di creatività, Iavarone ha recentemente assunto la guida del ristorante Zest presso il Gran Hotel La Favorita di Sorrento.

Cristian Torsiello, chef italiano nato nel 1983 a Valva, provincia di Salerno, coltiva la sua passione per la cucina e la tradizione sin dalla giovinezza. Durante il suo percorso, collabora con rinomati chef del settore. Nel 2012, insieme al fratello Tomas e alla famiglia, apre l’Osteria Arbustico a Valva. Nel 2015, il suo talento viene riconosciuto con l’assegnazione della stella Michelin, seguita nel 2016 dall’inserimento del suo locale nella Guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso. Ha condiviso la sua esperienza come docente, presso la Gambero Rosso Academy.

Il maestro pasticciere Di Caprio della Pasticceria Lombardi di Maddaloni delizierà la serata con i suoi dolci capolavori, frutto di passione e sapienza artigianale. Ha trionfato ai Mondiali del Panettone 2023, che si sono svolti tra Verona e Milano, conquistando il titolo di campione del mondo, sbaragliando la concorrenza internazionale e portando a casa ben tre medaglie d’oro in diverse categorie.

Naturalmente star al centro della serata, Salvatore Lioniello, il pizzaiolo con il cappello, “divo” dei social che da mesi si divide tra le sue due grandi pizzerie di successo, la storica a Succivo e la nuova apertura al centro di Milano. E Raffaele Bonetta, pizzaiolo sotto i riflettori per la sua genialità dell’impasto, non a caso definito da Albert Sapere, “Il Gran Sacerdote degli impasti”.

Di Cristo, maestro di farine e studioso della vita, non è solo un panificatore esperto, ma anche un biologo. Un connubio unico che ha dato vita a “Soulcrumbs”, la sua panetteria-bistrot a Napoli, dove tradizione e innovazione si incontrano tra fragranze irresistibili. Carlo è anche un instancabile divulgatore, che trasmette la sua passione e conoscenza attraverso corsi professionali dedicati all’arte bianca. Un vero ambasciatore del pane fatto con passione e sapienza, guiderà durante l’evento alla scoperta del mondo del pane con la sua professionalità e il suo entusiasmo.

Un’occasione importante per unirsi in un gesto di solidarietà e per contribuire al miglioramento della vita di chi è affetto da malattie come la SLA, la SMA e le Distrofie Muscolari. Il ricavato della serata sarà interamente devoluto a Fondazione Serena del Centro Clinico Nemo. Grazie al prezioso lavoro di medici, ricercatori e operatori, offre servizi di assistenza, riabilitazione e supporto psicologico a persone di tutte le età, garantendo loro un percorso di cura personalizzato e completo. I fondi raccolti durante l’evento benefico saranno destinati a finanziare progetti specifici per soddisfare i bisogni clinico-assistenziali di adulti e bambini che combattono contro queste malattie rare e invalidanti.

I protagonisti della serata realizzeranno pizze esclusive frutto della loro esperienza e del loro talento, unendo la tradizione napoletana con rivisitazioni moderne inaspettate e deliziose, ma soprattutto, unendo l’arte della pizza a quella della cucina stellata.
Un’occasione unica per degustare pizze innovative e per sostenere una causa importante.