San Vitaliano, al via il progetto per aiutare i giovani a fare impresa

40

Favorire l’incontro tra i giovani e l’imprenditoria, incoraggiandoli a diventare protagonisti del loro futuro professionale. È l’obiettivo di Benessere Giovani, il progetto promosso dal comune di San Vitaliano (Napoli) che punta ad attivare una serie di laboratori rivolti ai ragazzi del territorio, inserendoli in percorsi di creazione di impresa nei settori maggiormente in crescita come la green, la net – elaborazione di prodotti e servizi legati alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione – e la creative economy. Finanziata dalla Regione Campania e coordinata dall’Associazione giovanile Connettiamoci, l’iniziativa è presentata il 1° giugno (oggi), alle 17, nell’aula consiliare del comune di San Vitaliano, e si avvarrà della partnership di realtà locali e nazionali – IT Rossi Doria di Marigliano, Italia Camp, Junior Achivement Italia, ProLoco San Vitaliano, Sema, SlowFood Condotta Agro Nolano, Time4stream. Tra le finalità c’è lo sviluppo di tematiche attinenti all’ambiente, al recupero e alla valorizzazione dell’identità dei luoghi, per sollecitare la formazione di competenze chiave di cittadinanza con l’aiuto delle moderne tecnologie della comunicazione. Benessere Giovani si svolgerà nell’arco di 18 mesi; i laboratori, pensati come ‘luoghi del fare’ in cui sarà applicata una didattica di tipo esperienziale, porteranno i partecipanti ad acquisire capacità che potranno trovare applicazione non solo nell’ambito imprenditoriale o lavorativo, ma anche in quello sociale. È previsto, ancora, lo svolgimento di work experience presso i componenti del partenariato, per consentire ai ragazzi di acquisire competenze professionali (hard skills) nei settori in cui attualmente si concentrano le maggiori opportunità professionali, come i social media. All’incontro di venerdì, a cui prenderanno parte i rappresentanti dei partner coinvolti, interverranno il sindaco di San Vitaliano, Antonio Falcone, il coordinatore del progetto, Vincenzo Di Riso, e Giovanna La Corte, presidente dell’Associazione Connettiamoci.

Pa. Ci.