Simone Spa, intesa con Contrader: via al primo archivio editoriale italiano realizzato e gestito tramite l’IA

122
in foto Luca Misso

Simone Spa, società attiva nel campo dell’editoria quotata su Euronext Growth Milan, sull’accordo industriale siglato con Contrader Srl, azienda italiana specializzata in tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT). Con questa operazione l’archivio di Simone Spa sarà il primo in Italia nel settore dell’editoria specializzata ad utilizzare l’intelligenza artificiale come strumento per l’archiviazione, gestione e sviluppo dell’immensa raccolta dati di cui è proprietaria.

Simone Spa, società attiva nel campo dell’editoria quotata su Euronext Growth Milan, e Contrader, azienda italiana di Ict, comunicano di aver avviato una partnership industriale con l’obiettivo “di implementare i sistemi informatici della società tramite l’applicazione e l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per l’archiviazione e gestione dei propri contenuti proprietari”. Il progetto di sviluppo digitale (ideato e condiviso da Contrader, società cdi consulenza aziendale con esperienza pluriennale in ambito Ict e altamente specializzata nello sviluppo di componenti software) ha l’obiettivo di rendere l’archivio di Simone  il primo in Italia nel settore dell’editoria specializzata per l’impiego dell’intelligenza artificiale. “I dati nella disponibilità dell’I.A. – prosegue la nota – saranno quelli di proprietà di Simone, continuamente aggiornati e revisionati dai redattori, quindi, coperti da copyright; l’intelligenza artificiale sarà impiegata come strumento per l’archiviazione, gestione e sviluppo dell’immenso archivio proprietario”.

Per la società editoriale si tratta di “un’occasione per potenziare e valorizzare la propria capacità di sviluppare contenuti altamente specializzati, e mostrare la propria continua capacità di innovazione, grazie anche a programmi e innovazioni tecnologiche sviluppati internamente”. Recentemente, infatti, Simone ha registrato alla Siae il software Dash, un applicativo interamente autoprodotto per l’automazione, l’organizzazione, la gestione dei processi interni. Il tutto seguendo le linee strategiche di sviluppo e investimento tracciate in fase di Ipo.
“Questo tipo di operazioni – commenta l’Amministratore delegato  Luca Misso – contribuisce al raggiungimento di uno degli obiettivi dichiarati della nostra società, ovvero far comprendere che la Simone Spa non è soltanto una casa editrice, ma una realtà in grado di offrire ai propri utenti contenuti altamente specializzati offrendo servizi innovativi che accompagnano il libro tradizionale. L’applicazione dell’intelligenza artificiale al nostro archivio digitale è una novità assoluta nel nostro settore, in quanto non solo possiamo vantare la proprietà dell’archivio di cui possediamo il copyright, ma abbiamo le risorse interne in grado di addestrare gli algoritmi alla base del motore di ricerca, aggiornare i contenuti e esaminare i risultati. L’Intelligenza artificiale sarà per noi uno strumento potente e innovativo, ma i nostri contenuti saranno sempre frutto dell’intelligenza umana. Questo progetto di sviluppo della Società è stato reso possibile anche grazie alle risorse raccolte dalla quotazione che stiamo investendo per accrescere la nostra presenza e la nostra offerta sul web, con prodotti innovativi”.
“È con grande entusiasmo che accogliamo questa partnership con Simone – dichiara Roberto Mansolillo, Ceo di Contrader -. Si tratta di un traguardo significativo nel percorso di Contrader verso l’innovazione tecnologica. Collaborare con un’azienda di punta nel settore dell’editoria specializzata ci offre l’opportunità di implementare soluzioni all’avanguardia basate sull’intelligenza artificiale. Il nostro Centro di Competenza su AI e machine learning, supportato dalle solide competenze di ingegneria del software, ci consente di affrontare con successo progetti ambiziosi e altamente innovativi, sempre con l’obiettivo primario di generare valore tangibile per i nostri clienti. Ringraziamo profondamente Simone Spa per la fiducia accordataci e per l’opportunità di contribuire a rendere il loro archivio digitale il più avanzato nel suo settore. Questa collaborazione riflette il nostro impegno costante nel fornire strumenti all’avanguardia per supportare l’evoluzione digitale delle aziende. Non vediamo l’ora di assistere ai risultati positivi di questa partnership e di continuare a superare insieme nuove sfide”.