Turismo, Sorrento scoppia: ecco i numeri che lo dimostrano: Fedele (Atex): Si convochi subito la Consulta

43
PORTO, TURISTI AL TERMINAL CROCIERE, CODA CODE, FILE, FILA VACANZIERI MSC

A seguito degli ultimi dati relativi all’apertura di 41 nuove strutture extralberghiere a Sorrento negli ultimi 12 mesi, Atex ha chiesto al sindaco di Sorrento la convocazione di una Consulta Del Turismo straordinaria da dedicare al problema dell’overtourism. E’ quanto si legge in una nota firmata da Sergio Fedele, presidente regionale dell’Atex, l’associazione del turismo extralberghiero. “Mesi fa Atex – prosegue la nota – ha elaborato una tabella basata sui dati ufficiali pubblicati dalla Regione Campania relativa alle strutture ricettive esistenti in tutti i Comuni della Regione Campania provvisti del Codice Identificativo Regionale, codice obbligatorio per svolgere una regolare attività ricettiva. Da tale analisi si evince che il Comune di Sorrento ha un numero “monstre” di strutture extalberghiere: 996, escludendo ovviamente da tale conteggi gli Affitti Brevi (che non hanno obbligo di Scia e praticamente sono fuori controllo) e le strutture irregolari. Non ci siamo fermati qui. Abbiamo introdotto un parametro, il coefficiente di densità ricettiva, che calcola il rapporto tra numero di strutture ricettive e il numero di residenti nonché il rapporto tra numero di strutture ricettive e i mq. di superficie dei Comuni di appartenenza. Da tali analitici calcoli, viene fuori che Sorrento, per quanto riguarda le strutture ricettive ha un coefficiente 3 volte maggiore di quello degli altri Comuni della Penisola Sorrentina e di località turistiche prestigiose come Capri e Anacapri”.
“Dunque – scrive Fedele – a Sorrento il problema non è solo relativo al numero altissimo in assoluto di strutture extalberghiere esistenti (quasi 1000) ma soprattutto ai coefficienti di densità ricettiva che sono 3 volte superiori ai Comuni limitrofi. Una miscela che diventa esplosiva se si aggiungono a questi dati ufficiali, il numero degli Affitti Brevi e delle strutture irregolari che è elevatissimo. Uno scenario oggettivo di Overtourism che danneggia il turismo di qualità, l’accoglienza ai turisti e la vita dei residenti”.
“Overtourism Sorrento” – conclude il presidente di Atex Campania – è un problema urgentissimo da affrontare. Lo si deve fare attraverso proposte concrete e di immediata operatività. Per questo abbiamo chiesto al primo cittadino di Sorrento di valutare la convocazione di una Consulta del Turismo Straordinaria dedicata unicamente a tale problema, cui invitare le associazioni della filiera ricettiva ( Federalberghi-Confcommercio Turismo-Atex-Abbac). Conoscendo la sua sensibilità e il lavoro che ha messo in campo per Sorrento, siamo fiduciosi che accoglierà subito la nostra richiesta”.