Vincenzo Giannotti confermato presidente del Tarì

57
in foto Vincenzo Giannotti

Il consiglio di amministrazione del Tarì ha confermato per il triennio 2018 – 2021 la fiducia a Vincenzo Giannotti, rinnovando l’incarico di presidente.
“Sono lusingato dalla attestazione di fiducia, nel segno della continuità, che i soci hanno manifestato nel corso dell’assemblea qualche giorno fa a me e al consiglio di amministrazione uscente, e che a sua volta il cda ha confermato nei confronti della mia persona. Il triennio appena concluso è stato certamente molto impegnativo, ma ha sicuramente trasferito al mondo orafo il segnale importante di un nuovo corso nella vita del Tarì, nel segno del rilancio. Il progetto Tarì 365, nel qual ho creduto fin dall’inizio, si è rivelato vincente. La visione del Tarì come realtà a servizio del sistema orafo ha dato in questi anni i suoi primi risultati, e rappresenta sicuramente il solco lungo il quale si muoverà il nostro Centro Orafo nel prossimo triennio.
Sono particolarmente orgoglioso della squadra che mi affianca nel mio operato, che in gran parte ha condiviso con me questi tre anni entusiasmanti. Ai miei consiglieri storici se ne sono aggiunti 3 di eguale determinazione e voglia di fare, che sono certo sapranno portare al tarì energia e idee”.
Il cda del Tarì è composto da 11 membri, imprenditori accreditati nel mondo orafo. Confermata integralmente la compagine uscente, composta insieme a Vincenzo Giannotti da Pino di Gennaro, Salvio Pace, Flavio Dinacci, Giuseppe Casillo, Vincenzo Rajola, Marco Simeone, Maurizio Vitagliano.
Oltre a loro, 3 nuovi ingressi: Tiziana Di Gennaro, Amedeo Giannotti e Davide Mazza.
Napoletano, quarta generazione di orafi e presidente del Gruppo Giannotti, azienda leader del settore orafo italiano, Vincenzo Giannotti ha partecipato alla ideazione e alla nascita del Centro Orafo del Tarì agli inizi degli anni ’90. Da sempre consigliere di amministrazione e vicepresidente, è stato presidente del Tads, la Scuola del Tarì, dal 2011 al 2015. Eletto presidente del Tarì scpa nel 2015, il commendatore Giannotti oggi è al suo secondo mandato.