Albania, l’editore Livio Muci premiato dal presidente Meta per “importanti meriti culturali”

33

L’editore salentino Livio Muci ha ricevuto a Tirana lo scorso 12 luglio, dal presidente della Repubblica albanese Ilir Meta, il titolo di “Mjeshtër i Madh” per importanti meriti culturali. Nel corso della cerimonia, ultimo atto pubblico di Meta prima della scadenza del suo mandato il prossimo 24 luglio, il presidente ha espresso personalmente le motivazione della consegna dell’onorificenza, “per il contributo alla diffusione della cultura e della letteratura albanese in Italia, tramite la più che trentennale pubblicazione dei libri realizzati da autori albanesi”. “Ringrazio la Presidenza della Repubblica per la sensibilità verso un settore, quello dell’editoria, che è delicato e decisivo; tutti gli autori che hanno permesso di tracciare un percorso culturale ignoto fino a un certo punto in Italia. Ringrazio tutti gli Albanesi d’Albania e quelli che vivono in Italia, da sempre impegnati nel dialogo tra le culture”, ha commentato l’editore di Nardò (Lecce), al suo secondo riconoscimento in Albania. Il primo è avvenuto nel 1995, all’indomani della costituzione della casa editrice (che porta un nome, Besa, ripreso dal Kanun, l’importante codice consuetudinario del costume balcanico e che è traducibile come una parola d’onore) quando è stato insignito della cittadinanza albanese per meriti culturali.