Ambasciata Usa in campo per promuovere l’Hub della Nato a Napoli

60
In foto Lewis M. Eisenberg, ambasciatore degli Usa a Napoli
Un editoriale di Lewis M. Eisenberg Ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia,sottolinea quanto si sia rafforzata in modo evidente l’amicizia tra il presidente Trump e il primo ministro Conte: ”  L’invito del presidente alla Casa Bianca all’inizio del mandato del primo ministro sottolinea gli straordinari legami storici e il legame speciale tra i nostri due Paesi. Come ha giustamente affermato il primo ministro Conte, la nostra è un’alleanza -privilegiata- e reciprocamente vantaggiosa. Attraverso la collaborazione strategica annunciata lunedì dai nostri leader, lavoreremo insieme per stabilizzare il Mediterraneo, approfondire la nostra cooperazione in materia di sicurezza e promuovere opportunità economiche a beneficio degli italiani e degli americani. Stabilizzazione del Mediterraneo: il governo di Conte ha stabilito come priorità la difesa dei confini italiani e la risposta alle sfide migratorie nel Mediterraneo. Applaudiamo questa scelta. Condividiamo inoltre il desiderio dell’Italia di avere in Libia un governo stabile e unito, in grado di garantire sicurezza e prosperità a tutti i libici. A tal fine, ci consulteremo puntualmente con l’Italia per sostenere il processo delle Nazioni Unite per la riconciliazione politica e la stabilità della Libia. Attendiamo con ansia la conferenza internazionale dell’Italia sulla Libia in autunno per unire al dialogo contributi concreti di difesa. Collaboreremo inoltre con l’Italia per sviluppare l’hub per il Sud della Nato a Napoli come importante strumento per coordinare le attività di sicurezza nella regione mediterranea e proteggere il Fianco Sud. Riaffermare la cooperazione in materia di sicurezza: il presidente Trump ha osservato che -la sicurezza delle frontiere è la sicurezza nazionale-. I nostri due governi stanno dando la priorità ai controlli alle frontiere e alla cooperazione antiterrorismo. Questa settimana, i nostri due leader hanno rinnovato gli sforzi congiunti per rafforzare la cooperazione giudiziaria e di polizia, condividere le informazioni e migliorare i controlli sui migranti in arrivo. Questi sforzi aiuteranno a spezzare le reti del traffico, perseguire i trafficanti e impedire ai terroristi di sfruttare le rotte di contrabbando. Continuiamo a sostenere il lavoro dell’Italia e delle Nazioni Unite con le autorità libiche per migliorare le condizioni nei centri di accoglienza in Libia e consentire rimpatri volontari e sicuri. Il presidente Trump ha anche ringraziato gli italiani per il contributo vitale dato dall’Italia alla lotta al terrorismo e alla sconfitta dell’Isis e per la sua azione in Afghanistan. La riaffermazione da parte del primo ministro Conte dell’impegno ad aumentare le spese per la difesa come richiesto dalla Nato conferma che l’Italia sarà pronta ad affrontare le minacce future. Inoltre, l’investimento italiano in programmi come il Joint Strike Fighter di quinta generazione dimostra il suo impegno per l’eccellenza della difesa, che genera anche posti di lavoro in Italia e in America. La collaborazione in materia di sicurezza tra Stati Uniti e Italia è una naturale conseguenza dei legami che da tempo ci uniscono. Promuovere opportunità economiche: come ha detto lunedì il presidente Trump, -Ora è il momento perfetto per espandere il commercio tra Stati Uniti e Italia- e cercare un rapporto commerciale equilibrato. Il primo ministro Conte, in risposta, ha ribadito l’impegno del suo governo a stimolare la crescita sostenibile, creare occupazione qualificata, soprattutto per i giovani, e ridurre gli ostacoli al commercio estero e agli investimenti.  Molte aziende statunitensi conoscono l’enorme potenziale dell’Italia e hanno fatto investimenti strategici. Altre prevedono di iniziare le operazioni in Italia quest’autunno. Queste aziende stanno formando migliaia di italiani per posti di lavoro innovativi in aree di crescita che daranno nuovo slancio all’economia italiana. Insieme alla prosperità condivisa, la sicurezza energetica è fondamentale per entrambi i nostri paesi. Il presidente Trump ha incoraggiato il primo ministro Conte a sostenere i principali investimenti italiani nel settore energetico in Italia, in particolare il Tap, il gasdotto transadriatico. Questo importante progetto migliorerà la diversificazione energetica europea e manterrà competitiva l’industria italiana. Il nostro messaggio congiunto alla Russia è stato chiaramente articolato da entrambi i leader: -Rimarranno le sanzioni-. Rimangono per fermare ulteriori incursioni russe nell’Ucraina orientale. Rimangono come risposta unitaria all’invasione della Crimea da parte della Russia. Rimarranno fino a quando la Russia non adempierà agli obblighi previsti dagli accordi di Minsk. Durante il mio secondo anno come Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, io e miei collaboratori affronteremo le sfide geopolitiche e cercheremo ogni opportunità con i nostri colleghi italiani per mantenere sicuri i nostri Paesi e i nostri popoli e far crescere le nostre economie. L’Italia non potrebbe avere un partner migliore dell’America con cui affrontare insieme il futuro”.