Arcobaleno napoletano, solidarietà e spettacolo. Mercoledì 5 la premiazione al Teatro Sannazzaro

72

di Maridì Vicedomini

Presentata questa mattina nella Sala Giunta del Comune di Napoli, la VII edizione de “L’Arcobaleno napoletano”, la manifestazione nata da un’idea della cantante e attrice Anna Capasso, con la direzione artistica del giornalista Diego Paura, che vanta il patrocinio morale del Comune di Napoli. La kermesse, dedicata alla memoria della Ileana Bagnaro, scomparsa prematuramente a soli 54 anni per un male incurabile, è un evento di solidarietà portato avanti in collaborazione con la Fondazione Melanoma Onlus. Relatori della conferenza stampa: gli assessori comunali Nino Daniele ed Alessandra Clemente, la cantante e attrice Anna Capasso, il professore Paolo Ascierto, il dottore Corrado Coricò, il direttore artistico Diego Paura, Maurizio Palumbo, regista dell’iniziativa ed Enzo Calabrese, che sarà protagonista di esilaranti “Incursioni”, nel corso Gran Gala di premiazioni che vanterà la conduzione della vulcanica Fatima Trotta Fatima, in scena il prossimo 5 dicembre sera al Teatro Sannazzaro. “La “Fondazione Melanoma” “ ha riferito Ascierto, Direttore e coordinatore della Onlus ”, nasce grazie al sostegno di due Istituzioni pubbliche quali l’Istituto Nazionale Tumori Fondazione “Pascale” di Napoli e la Seconda Università degli Studi di Napoli, ed ha come presidente onorario il professore Nicola Mozzillo, direttore del Dipartimento Melanoma e Tessuti Molli del “Pascale”. La Fondazione Melanoma vuole rappresentare un punto di riferimento diretto per i cittadini, sostenendo progetti di ricerca e campagne di sensibilizzazione e informazione. Sappiamo infatti che la prevenzione è un’arma fondamentale per combattere questa patologia”. Ed ancora Diego Paura: “I principi su cui si basa la nostra kermesse risiedono nella solidarietà, nell’altruismo e nello spirito di sacrificio, in un impegno quotidiano, un’alternativa fondamentale e concreta ad un modello di società dove ciò che sembra veramente contare oggi, è unicamente la realizzazione personale ed il soddisfacimento delle proprie ambizioni. I riconoscimenti che saranno consegnati il 5 dicembre al Teatro Sannazzaro mirano a valorizzare gli esempi positivi della città di Napoli e dell’intera Regione Campania. Un modo per riscoprire l’orgoglio di essere originari di questa terra e tramandare ai giovani i valori legati alle tradizioni”. Nella fattispecie, nel corso di questa edizione de “L’Arcobaleno Napoletano”, saranno premiati: Tato Russo (Premio alla Carriera), Nino D’Angelo (Premio Teatro & Musica), Salvatore Esposito (Cinema), Valentina Stella (Musica), Gianfranco Coppola (Giornalismo), Velia Magno (Arte e Tradizione), I Ditelo Voi (Cabaret), Cristiana Dell’Anna (Soap & Fiction), Amedeo Manzo (Professionista dell’anno), Walter Wurzburger (Imprenditoria).