Bibbie antiche, gospel e 60 oratori: al Senato la presentazione di Christian Expo di Napoli

29
Sessanta oratori, 10 dei quali stranieri. Un coro gospel made in Texas, targato Green Acres Baptist Church, composto da 250 elementi e diretto da Mike Parks. La presenza di Brother Yun, l’uomo celeste, testimonial di Azione cristiani perseguitati. L’intervento di Gianna Jessen, testimonial Provita famosa in tutto il mondo. E una mostra speciale, con tanto di documentario esclusivo realizzato con il Museo della Bibbia di Washington. Assume una connotazione internazionale la seconda edizione di Christian Expò, la grande fiera cristiana che si terrà a Napoli il 19 e 20 luglio, presso il Teatro Palapartenope, e che vedrà riuniti tutti i ministeri, le associazioni e le organizzazioni del mondo evangelico, non solo quindi italiano. Un evento presentato ieri in Senato, che nel 2017 vide la partecipazione di oltre 5.000 persone, con circa 120 stand espositivi. La presentazione. “E’ stato particolarmente significativo per noi presentare il programma di questa fiera qui in Senato, dove portiamo la nostra testimonianza di fede”, ha subito inquadrato Alessandro Iovino, a nome anche degli altri organizzatori (Marco Palma, John Tufaro, Giuseppe Scarallo, Antonio Morra, Giovanni Tagliaferri, Vincenzo Abbate, Luigia Palmieri e Ludovico Albano). “Il mondo evangelico italiano interviene non solo nel tessuto sociale del Paese, ma anche nella vita spirituale delle persone che sono raggiunte dal Vangelo. Questa fiera – ha rimarcato Iovino – ha come tema centrale la Bibbia, quel testo che unisce, o almeno dovrebbe, tutti i Cristiani, al di là delle differenze”. A sottolineare la propria “curiosità”, non solo professionale, nei confronti del mondo evangelico, e per ogni attività legata ad una “domanda di spiritualità”, è stato Claudio Brachino, direttore di Videonews Mediaset. Una presenza molto apprezzata dai presenti, dal momento che è stato “l’unico non evangelico a salire sul palco”. Un intervento costellato da racconti di vita vissuta, quello del giornalista tv, a cui è stata donata, a suggello finale dell’incontro, svoltosi presso la Sala dei Caduti di Nassirya, una copia della Bibbia. A considerare il Christian Expò un punto di riferimento, “per chi vuole conoscere davvero il mondo evangelico”, è stato il senatore Lucio Malan, convinto che sia suo dovere “farsi conoscere all’esterno e non chiudersi” in sé stesso. Bisogna quindi essere “aperti, pronti a contaminare con la forza e il valore della Bibbia”, ha poi aggiunto il parlamentare, pronto a rivendicare un paletto fondamentale del suo ragionamento, ovvero l’importanza della “libertà religiosa”. A concludere i lavori il dr. Gaetano Sottile, che durante il Christian Expò terrà un seminario sulla Leadership con il congressman Louie Gohmert. Il programma. Si parlerà di Chiesa perseguitata nell’incontro che aprirà i battenti del Christian Expò, venerdì 19 luglio, intorno alle 11.30. A seguire, nel corso della “due giorni”, dibattiti su temi legati alla famiglia, all’etica, alla libertà religiosa e alla comunicazione. Tra i numerosi ospiti che saliranno sul palco del Palapartenope, anche l’influencer Ilaria Di Vaio, il professore Alessandro Meluzzi, l’autore Cristiano Ceresani, il senatore Simone Pillon e la giornalista Nausica Della Valle.