Fisco: Ancot, coinvolti in attuazione fattura elettronica

29

Roma, 14 giu. (Labitalia) – I tributaristi sono pienamente coinvolti nel percorso di attuazione della disciplina della fattura elettronica. L’Agenzia delle Entrate, infatti, con il provvedimento del 13 giugno 2018, ha indicato le regole da seguire per il conferimento delle deleghe per l’utilizzo dei servizi connessi all’e-fattura. E’ quanto si legge in una nota dell’Ancot, Associazione nazionale consulenti tributari.

“Gli iscritti alla nostra associazione -ha detto Arvedo Marinelli, presidente dell’Ancot-Associazione nazionale consulenti tributari- giudicano positivamente le regole di attuazione decise dall’Agenzia delle Entrate in merito alla fatturazione elettronica introdotta, lo ricordiamo, con la legge di bilancio 2018 che, a partire dal 1° gennaio 2019, renderà obbligatoria la fatturazione elettronica tra privati, cioè l’obbligo di emissione e ricezione delle fatture elettroniche riferite alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia (articolo 1, comma 909, legge 205/2017)”.

L’Ancot Service attraverso la piattaforma Lisa permette ai propri iscritti e ai loro clienti o assistiti di ottemperare nel migliore dei modi alla procedura di compilazione e trasmissione delle fatture elettroniche. “La realizzazione della piattaforma Lisa -ha spiegato Celestino Bottoni, presidente di Ancot Service- è stata resa possibile grazie anche alle indicazioni emerse dal prezioso e costante confronto che abbiamo avuto con l’Agenzia delle Entrate partecipando attivamente ai tavoli di lavoro appositamente istituiti. Siamo perfettamente consapevoli dell’importante fase di evoluzione della figura del tributarista protagonista del rapporto con le istituzioni finanziarie basato sempre di più sulla digitalizzazione. In tale contesto -ha concluso- giudichiamo positivamente il provvedimento emanato dall’Agenzia delle Entrate che disciplina le modalità attraverso cui i contribuenti interessati possono delegare altri soggetti all’utilizzo dei servizi connessi all’e-fattura”.