Governo, nominati 6 viceministri e 39 sottosegretari: in squadra anche 6 campani

67
In foto Giuseppe Conte

Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente, Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Giancarlo Giorgetti. Il Consiglio dei ministri – si legge in una nota di Palazzo Chigi – ha nominato 45 sottosegretari di Stato.
Alla Presidenza del Consiglio dei ministri: Guido Guidesi, Vincenzo Santangelo, Simone Valente (Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta); Mattia Fantinati (Pubblica amministrazione); Stefano Buffagni (Affari regionali e autonomie); Giuseppina Castiello (Sud); Vincenzo Zoccano (Famiglia e disabilità); Luciano Barra Caracciolo (Affari europei); Vito Claudio Crimi (Editoria); Vincenzo Spadafora (Pari opportunità e giovani).
Entrano nella squadra di viceministri e sottosegretari al ministero degli Esteri Emanuela Claudia Del Re, Manlio Di Stefano, Ricardo Antonio Merlo e Guglielmo Picchi. All’Interno: Stefano Candiani; Luigi Gaetti, Nicola Molteni; Carlo Sibilia. Alla Giustizia: Vittorio Ferraresi, Jacopo Morrone, Alla Difesa: Angelo Tofalo e Raffaele Volpi. Economia e finanze: Massimo Bitonci, Laura Castelli, Massimo Garavaglia, Alessio Mattia Villarosa. Allo Sviluppo Economico: Andrea Cioffi, Davide Crippa, Dario Galli, Michele Geraci. Politiche Agricole alimentari e forestali: Franco Manzato, Alessandra Pesce. Ambiente, tutela del territorio e del mare: Vannia Gava, Salvatore Micillo. Infrastrutture e Trasporti: Michele Dell’orco, Edoardo Rixi, Armando Siri. Lavoro e le politiche sociali: Claudio Cominardi e Claudio Durigon. Istruzione, Università e Ricerca: Lorenzo Fioramonti, Salvatore Giuliano. Beni e attività Culturali e il turismo: Lucia Borgonzoni e Gianluca Vacca. Alla Salute: Armando Bartolazzi, Maurizio Fugatti.
In squadra dunque entrano anche sei campani. Sono la leghista Pina Castiello (Afragola) e i grillini Vincenzo Spadafora (Afragola), Salvatore Micillo (Villaricca), Andrea Cioffi (Salerno), Angelo Tofalo (Salerno) e Carlo Sibilia (Avellino).