L’ematologo: ‘Per neoplasie mieloproliferative diagnosi in ritardo’

10

Roma, 15 apr. (Adnkronos Salute) – Policitemia vera, trombocitemia essenziale, mielofibrosi: tre tumori rari del sangue, dai nomi difficili e di cui la maggior parte delle persone non ha mai sentito parlare. Le neoplasie mieloproliferative (Mpn) sono caratterizzate da un’alterazione delle cellule staminali ematopoietiche, da cui derivano tutte le cellule del sangue. Nella policitemia vera si verifica un eccesso di globuli rossi, nella trombocitemia essenziale si riscontra un eccesso di piastrine e la mielofibrosi si caratterizza per la formazione anomala di tessuto fibroso nel midollo. I sintomi sono spesso aspecifici, così diagnosi e trattamento arrivano in molti casi con anni di ritardo e con rischi per i pazienti. L’emocromo è il primo indicatore della malattia.