Missione diplomatica siriana nel Sud Italia

32
In foto, al centro, il console Samir Al Kassir
L’amicizia che accomuna l’Italia e la Siria non è una novità e molte sono le ragioni partendo dal nostro impegno internazionale; ma le regioni del Sud Italia hanno sempre svolto un ruolo preferenziale essendo il Mediterraneo il mondo principale ove avvengono gli scambi, gli sbarchi e i contatti culturali. In tale ambito una missione diplomatica importante si è svolta in questi giorni:  il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Daniele Rossi, e il presidente del Consiglio comunale di Catanzaro, Marco Polimeni, hanno ricevuto nel pomeriggio del 23 Agosto 2018 Samir Al Kassir, Ambasciatore siriano e fino al 2008 capo missione della Siria a Roma, in visita privata nella regione meridionale.
Tra i temi trattati durante il lungo e cordiale colloquio quelli relativi ai forti rapporti di amicizia tra l’Italia e la Siria e l’attuale situazione nel Paese dopo l’occupazione e la distruzione portata avanti dai terroristi dell’Isis. “La Siria oggi è in netta ripresa – ha spiegato l’ambasciatore Al Kassir – e, con il controllo del territorio tornato nelle mani del governo e il ripristino della democrazia, il Paese si avvia verso una nuova fase di ricostruzione”. Al centro dei colloqui anche le prospettive per l’incremento dell’interscambio commerciale tra l’Italia e la Siria e le iniziative commerciali che il Paese arabo sta portando avanti per il pieno recupero della produttività e degli investimenti. Tra gli eventi commerciali promossi in Siria: la Fiera internazionale di Damasco (60a edizione) in programma dal 6 al 15 settembre e la Fiera Re-Build Syria in programma dal 2 al 6 ottobre sempre nella capitale.
“Con l’ambasciatore Samir Al Kassir abbiamo discusso di temi che sono prioritari nell’agenda diplomatica italiana e che anche noi, nel nostro piccolo, abbiamo il dovere di affrontare – ha sottolineato Rossi – L’ambasciatore mi ha invitato a partecipare alla fiera Re-Build Syria di ottobre, diventata un simbolo per il rilancio economico del Paese, e ha promosso il gemellaggio della nostra Camera di commercio con un ente camerale siriano e quello del Comune di Catanzaro con uno dei municipi siriani che tra 15 giorni saranno chiamati al voto per le elezioni amministrative”. Idea che ha trovato consenso anche nelle parole di Marco Polimeni: “Il gemellaggio tra la nostra città e una città siriana sarebbe un segnale importante nell’accelerazione del processo di pace e nella riabilitazione della Siria e del suo popolo a livello internazionale. Nei prossimi giorni verificherò la sussistenza delle condizioni per procedere al gemellaggio e, in caso di esito positivo, porterò la discussione all’attenzione dell’amministrazione e dei colleghi consiglieri”.