Napoli, a Torino è una finale

49

di Diego Pantani

Gara gradevole tra Udinese e Napoli al S.Paolo, con il Napoli che rosicchia due punti insperati alla Juve, che non va oltre il pareggio a Crotone. E’ la squadra azzurra a fare la partita, ma ‘Udinese non sta a guardare e passa in vantaggio al 40’pt con Jankto, che sul filo del fuorigioco, appoggia la palla in rete su assist di Zappano. Doccia fredda per il Napoli che però non demorde e segna subito con Insigne che, servito da Zielinski, con un destro nell’angolino, batte Bizzarri. Ma al 10’st i friulani, reduci da otto sconfitte di file, si
riportano in vantaggio grazie a  Ingelsson che, su assist di Zappano, fa un gol fotocopia di quello di Jankto. Passano pochi minuti ed il Napoli pareggia di nuovo con Albiol, che su calcio d’angolo svetta di testa e fa 2-2. II secondo gol accende gli azzurri che fanno anche il terzo al 25’st con Milik, schierato dal 1’ da Sarri al posto di Mertens, che trova una palla facile da buttare in rete dentro l’area di rigore, dopo un tiro di Callejon. solo ribattuto da Bizzarri. A chiudere il match tocca a Tonelli, autore di un bello stacco di testa sempre da calcio d’angolo, ad un quarto d’ora dalla fine. II pubblico del S.Paolo, che questa sera si è fatto sentire, può festeggiare perché da un ipotetico -9 dalla Juve, si è passati ad un -4, a sei gare dalla fine, in concomitanza del pareggio inaspettato della squadra capolista in quel di Crotone. I bianconeri infatti, dopo il vantaggio ad inizio gara al 16’pt di Alex Sandro, bravo a colpire di testa un pallone messo in area da Douglas Costa, si sono fatti recuperare il risultato al 65’st da Simy, che con una rovesciata spettacolare ha riaperto il campionato, che si deciderà domenica prossima, quando ci sarà lo scontro diretto allo ‘Stadium’, dove sarà aperto anche il settore ospite, ai tifosi non residenti in Campania. La pressione ora peserà molto di più sulla squadra di Allegri, che ancora non si è ripresa dalle scorie della nefasta serata di Madrid di Champions.