Neurofibromatosi, medici da tutto il mondo al Santobono

119

Un’esperienza neurochirurgica articolata e pluriennale in ambito pediatrico nel trattamento delle Neurofibromatosi è il prestigioso biglietto da visita che ha permesso all’Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon, in partnership con le Università di Napoli Federico II e Luigi Vanvitelli, di organizzare un congresso internazionale su tali patologie. Le Neurofibromatosi Tipo 1 e Tipo 2 sono due malattie genetiche che colpiscono oltre 2000 cittadini campani e hanno un decorso estremamente lungo. La manifestazione della malattia è variabile ma si associa sempre a diversi tumori benigni e maligni che possono interessare cute, sistema nervoso centrale e periferico, apparato scheletrico. Anche se le due patologie possono essere riconosciute già nei primi mesi di vita, spesso le maggiori manifestazioni cliniche si presentano in età pediatrica o nella prima età adulta. In molti casi, tuttavia, il decorso delle patologie richiede un trattamento neurochirurgico già in età pediatrica. “L’obiettivo di questo nostro incontro – dice Giuseppe Cinalli, Direttore dell’Uoc Neurochirurgia dell’Ospedale Santobono – è fare lo stato dell’arte sulle terapie che è possibile mettere in atto per fronteggiare le Neurofibromatosi, patologie che, pur essendo rare, possono avere un impatto devastante sulle vite dei pazienti e dei loro familiari. A Napoli sono intervenuti in qualità di relatori colleghi provenienti da Israele, Francia e Gran Bretagna, oltre che da tutti i centri di maggior prestigio in Italia. Si tratta di un’occasione importante per noi perché ci permette di confrontare il nostro lavoro con quello di strutture di eccellenza mondiale, verificando così che in specifici ambiti, a Napoli vi è un livello di competenza e assistenza davvero ottimo.” La Campania ha quale proprio centro di riferimento regionale per le Neurofibromatosi il Dipartimento Materno Infantile dell’Università Luigi Vanvitelli e come ricercatrice di riferimento la dottoressa Claudia Santoro. Il convegno è stato promosso dall’Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon che ha voluto realizzare l’evento rendendolo quanto più possibile accessibile alle diverse figure assistenziali che intervengono nel trattamento di tale patologia e creando spazi di confronto con le famiglie dei pazienti. Sono intervenuti in apertura dei lavori il Presidente della Giunta Regionale Vincenzo De Luca e il direttore generale dell’Aorn Santobono Pausilipon Anna Maria Minicucci.