Regione, A. Cesaro (Fi), De Luca cancella la legge antisprechi

34

“Altro che sviluppo della Campania! Con la manovra finanziaria De Luca cancella Campania Zero, la legge voluta dal centrodestra nel 2013 per eliminare sprechi e privilegi, e spalanca le porte della Regione, dei suoi enti e delle sue Partecipate a trombati della politica, ad amici, parenti e comari”. Così il presidente del Gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro, commentando il comma 7 dell’articolo 10 l’articolo del Disegno di Legge “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione finanziaria per il triennio 2018-2020 della Regione Campania – Legge di stabilità regionale 2018” attualmente in discussione in II Commissione Bilancio. “Vale la pena di ricordare che le nostre norme prevedevano l’impossibilità di affidare incarichi a parlamentari, consiglieri regionali, a chi in altri enti svolge funzioni consultive o di controllo, a chi ha già consulenze in Regione, ai parenti di consiglieri e assessori in carica e persino ai dirigenti di partito, per fare qualche esempio. Tutto vergognosamente cancellato”. “Siamo alla truffa politica, questo articolo va completamente eliminato”, rimarca l’esponente di Forza Italia, per il quale “è fin troppo chiaro il tentativo di De Luca di allargarsi le maglie dei privilegi che la nostra legge aveva azzerato per avere mani libere sulle nomine ignorando l’assoluta necessità di dire basta a sperperi, clientele e favoritismi politici con le tasche dei cittadini”, conclude il capogruppo regionale campano di Forza Italia.