Sciopero dei taxi, gli Ncc (autonoleggiatori) ai Comuni: Offriamo viaggi gratis

596

Il 3 aprile quando i tassisti non svolgeranno il proprio servizio pubblico, “lo faremo noi al loro posto e lo faremo gratis”. E’ questo il contenuto della lettera che il Comitato Air, rete che unisce varie associazioni di Ncc su tutto il territorio nazionale, con la collaborazione di FAI Trasporto Persone, Azione NCC e ACNC, annunciano, in una nota diffusa oggi, di aver scritto ai sindaci di Milano, Firenze, Roma, Napoli, Torino e Venezia “perche’ riteniamo che i cittadini non debbano essere le vittime di una protesta tanto assurda quanto immotivata”. “E’ inaccettabile che i tassisti facciano sciopero – spiegano Giorgio Dell’Artino, presidente di Air e Francesco Artusa, fondatore di FAI Trasporto persone – contro una legge che hanno scritto loro e che infatti mentre mantiene intatti i loro anacronistici privilegi, punisce gli Ncc e ci pone cosi’ tanti ostacoli che molte delle nostre imprese saranno costrette a chiudere perche’ obbligate a rientrare in rimessa dopo ogni servizio con costi economici e ambientali insostenibili e perche’ costrette a compilare registri dei propri clienti che violano apertamente le tutele previste dalla legge sulla privacy”. “A noi che rispettiamo la legge ci viene negato il diritto di lavorare, ai tassisti invece viene consentito tutto tanto che continuano a violare impunemente doveri come l’avere sempre il POS per permettere pagamenti elettronici” concludono Dell’Artino e Artusa.