Smart City, auto senza pilota: la sede del Borgo 4.0 sarà l’Alta Irpinia

96
In foto Paolo Scudieri

La sede del Borgo 4.0 sarà l’Alta Irpinia. Il promotore del progetto, Paolo Scudieri, amministratore della Adler Pelzer spa capofila del partenatiato internazionale, comprendente Adler Inlight, Adler Group Scudieri, Afia, STM e l’Università Federico II, ha ufficializzato la sua scelta sull’intera area dove si sono raccolte le candidature risultate idonee a inizio anno. Con Lioni, che dovrebbe ospitare la logistica del quartier generale tecnico scientifico a capo del laboratorio internazionale, l’auto senza guidatore ruguarderà i Comuni dell’Alta Irpinia già compresi nell’elenco della Regione Campania: Aquilonia, Bagnoli Irpino, Cassano Irpino, Conza della Campania, Frigento, Lacedonia, Lioni, Montella, Monteverde, Morra De Sanctis, Rocca San Felice, Sant’Angelo dei Lombardi e Senerchia. La sperimentazione richiede la realizzazione di una particolare infrastruttura digitale non solo nei centri abitati, ma anche sulle strade di grande comunicazione. L’Alta Irpinia intorno a Lioni è stata scelta per la sua connessione da Lioni con Contursi e l’A2, dove il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato sin dal 2016 la realizzazione del progetto Smart Roads.