Trasporti nel dopo Napoli-Milan, scontro tra Calabrese e Cascone

38
In foto Luca Cascone, presidente della commissione trasporti del consiglio regionale della Campania

L’assessore ai Trasporti del Comune di Napoli, Mario Calabrese è intervenuto su alcune affermazioni, riprese dai social e dai media, sulla questione trasporti serali in occasione di Napoli-Milan, con un comunicato stampa, in cui ha affermato: “Certamente non devo dire a Cascone cosa faccio nelle mie vacanze. Ma siccome il consigliere va giù con illazioni senza alcuno stile non ho difficoltà a rispondergli che fino al 25 agosto sono stato in città cioè a Napoli e al lavoro. Per non scendere al suo livello ovviamente non chiedo a lui delle sue di vacanze anche se mi sembra si sia allontanato dagli uffici già agli inizi del mese agosto. Superato questo tema che non penso sia di interesse di nessuno se non di qualche vecchia comare o di certa politica becera di questi tempi torniamo al tema più generale”. “Sul ‘supporto ed aiuto’ che il Comune dovrebbe chiedere alla Regione per i servizi di trasporto – ha continuato Calabrese -, devo purtroppo registrare nelle parole di Cascone un’anomala interpretazione del suo ruolo, o dell’assessore regionale ai trasporti, che sinceramente penso non sia per nulla condivisibile. I servizi di trasporto sono un onere degli enti pubblici e, se ben ricordo, i contratti di servizio di Trenitalia e di Eav fanno capo alla Regione Campania. Inoltre sia la linea 2 della metropolitana che la Cumana svolgono il loro servizio nella città di Napoli. Ora quale aiuto dovrebbe chiedere il Comune di Napoli? Non è forse un onere della Regione garantirli?”. “Forse – ha aggiunto Calabrese – alla Regione non è noto il calendario delle partite di calcio del Napoli e cioè dell’unica squadra della regione in serie A? Inoltre, Cascone ha dimenticato che nelle riunioni in Regione si era verbalmente impegnato a garantire i servizi regionali in presenza delle partite di calcio? Comunque se la Regione o l’Eav hanno bisogno che l’assessore del comune ricordi del calendario di tutte le partite in casa del Napoli per attivare i prolungamenti di Cumana e metropolitana non c’è alcun problema. Posso farlo anche giornalmente”. “Sul riferimento che soprattutto De Gregorio fa sui servizi di Anm – ha proseguito – forse non gli è noto che la zona di Fuorigrotta non è servita da linee su ferro gestite di questa azienda ma solo, come detto , dalla linea 2 della metropolitana (gestione Trenitalia per conto Regione Campania) e cumana (gestione Eav per conto Regione). E senza metropolitana è veramente difficile offrire un servizio alle decine di migliaia di persone che seguono gli incontri del Napoli. A meno di non voler fare, come Cascone e De Gregorio, sterili ed inutili chiacchiere da bar o peggio ancora le soliti dichiarazioni da politica politicante”.