Universiadi, casette alla Mostra d’Oltremare: Valente presenta l’interrogazione al Senato

39
In foto Valeria Valente, parlamentare del Pd

“Questa mattina ho presentato un’interrogazione in Senato sulla vicenda Mostra d’Oltremare per fare chiarezza e luce sulla questione dell’accoglienza dei 7000 atleti da ospitare a Napoli per le Universiadi il prossimo anno, vicenda che sta assumendo dei contorni paradossali”. Lo sostiene, in una nota, la senatrice Valeria Valente, vice presidente del gruppo Pd a palazzo Madama. “Sul progetto delle “casette” – prosegue Valente – all’interno della Mostra d’Oltremare per ospitare gli atleti la giunta napoletana ha dato il suo assenso acritico mentre tutti gli altri soggetti coinvolti hanno espresso, fin da subito, i loro dubbi a partire dagli operatori fieristici e congressuali che rappresentano i principali partner economici della Mostra d’Oltremare. Questi hanno paventato la richiesta di risarcimento di fronte alla prospettiva di una paralisi di mesi a cui andrebbe certamente incontro la Mostra nel 2019. È paradossale che a salvaguardia della Mostra d’Oltremare si schierino gli operatori privati e non il governo della città, che di quel patrimonio inestimabile è proprietario e gestore con ben il 75% di partecipazione nella società pubblica”. “Domani – continua – è previsto un tavolo sulle Universiadi al quale parteciperanno i soggetti istituzionali coinvolti con la presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giorgetti. Per la prima volta il nuovo governo avrà l’occasione di esprimersi anche sulla destinazione della Mostra d’Oltremare all’interno del progetto Universiadi. Per questo nella mia interrogazione ho chiesto al ministro dei Beni Culturali e del Turismo Bonisoli e al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giorgetti, di adoperarsi, di concerto con le altre istituzioni coinvolte, nel valutare la possibilità di individuare altre sedi per ospitare gli atleti delle Universiadi, proposte già fatte e mai valutate come il Porto, l’Ippodromo di Agnano o la ex Caserma Boscariello. Intanto, se dovesse essere confermata la Mostra ho chiesto al governo di vigilare affinché quel patrimonio fondamentale per Napoli venga riconsegnato alla comunità inalterato a fine manifestazione”. “Mentre chi, come il sindaco de Magistris, avrebbe dovuto salvaguardare il patrimonio culturale e urbanistico della città è rimasto per l’ennesima volta indifferente, forse troppo impegnato a lanciare una delle sue campagne demagogiche, noi del Pd proviamo, in tutti i modi, a proteggere e salvaguardare la nostra città, alzando l’attenzione sui problemi reali e sulle istanze vere dei napoletani”, conclude Valente.