Zielinski illumina il Maradona, è 1-1 tra Napoli e Real Sociedad

207
in foto Lozano e Zielinski

6^ GIORNATA, GIRONI DI EUROPA LEAGUE
Stadio: Diego Armando Maradona
Marcatori (Assist): 35′ Zielinski, 91′ Willian José

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui (82′ Ghoulam); Ruiz, Bakayoko (70′ Demme); Lozano (70′ Politano), Zielinski (74′ Elmas), Insigne; Mertens (70′ Petagna)

REAL SOCIEDAD (4-4-2): Remiro; Zaldua (46′ Gorosabel), Zubeldia, Le Normand (78′ Sagnan), Monreal (78′ Munoz); Portu, Guevara (78′ Isak), Merino, Zubimendi; Januzaj, Willian José

Non è certo esaltante l’esordio al Diego Armando Maradona, che si chiude con un pareggio tra Napoli e Real Sociedad. Gli azzurri superano in ogni caso il girone piazzandosi al vertice (questo era l’obiettivo) con gli spagnoli alle loro spalle.
Un Napoli lento e poco ordinato riesce a strappare un pari dal sapore leggermente amaro, non tanto per il goal subito allo scadere (che non altera la classifica) quanto più per la poca qualità del gioco espresso nel corso di 90’ più recupero.

Nel primo tempo si scatena da subito la Real Sociedad, grazie ai continui affondi di Janunzaj (chiuderà con 9 dribbling riusciti su 11 la sua ottima partita) ed un perfetto pressing alto, che mette in grande difficoltà la costruzione bassa della squadra di Gattuso.
Ospina è chiamato ad effettuare subito diverse parate importanti, in particolare al 13’ su Willian José, che decide di calciare in porta invece di servire Merino (solo sulla sinistra in area di rigore). La migliore occasione per gli spagnoli arriva al 19’ quando Portu, messo davanti alla porta egregiamente da Willian José, manca clamorosamente il bersaglio.
Il pericolo sveglia il Napoli ed al 24’ Lozano viene fermato irregolarmente da Zubeldia che, rimasto ultimo uomo, non colpisce il pallone prendendo solo il messicano, ma l’arbitro assegna erroneamente calcio d’angolo e dunque non espelle lo spagnolo. Dagli sviluppi di un corner Bakayoko calcia largo da buona posizione, ma è al 35’ che i padroni di casa passano in vantaggio con un missile al volo di Zielinski (Il Napoli finalmente segna su calcio d’angolo!).

Nella ripresa la musica non cambia: la Real Sociedad attacca mentre il Napoli difende (non sempre benissimo); Merino sfiora il goal di sinistro al 53’ dopo una buona percussione dei baschi in area di rigore. Al 59’ gli azzurri rispondono con Lozano che, su assist di Mertens, non riesce a centrare la porta anche a causa dell’ottimo recupero dei difensori; i due combinano nuovamente al 64’ con il belga che per poco non riesce a pescare il numero 11 davanti alla porta.
Al 90’ si sviluppa la prima ed unica bella azione del Napoli, che si conclude con un brutto sinistro di Fabian in seguito ad un incomprensibile passaggio di Petagna, che rovina una sequenza di ottimi tocchi in area spagnola. “Goal mangiato, goal subito” si dice nel calcio, sarà sicuramente d’accordo Willian José che poco dopo la pericolosa azione partenopea trova il goal del pari, bucando con un gran destro un incolpevole Ospina.
Grazie al contemporaneo vantaggio del Rijeka contro l’AZ Alkmaar terminano al 91’ le emozioni di questa partita, ad oggi la più importante della stagione partenopea.

Napoli e Real superano insieme il girone F

Il Napoli certamente non brilla ma porta a casa un buon risultato trascinato da Ospina, Zielinski e Lozano. Entrambe le squadre passano dunque ai sedicesimi di Europa League, con i sorteggi che avranno luogo lunedì alle 13.00.

Twitter: Raffaele (@RaffaeleDeSa)
Instagram: Raffaele De Santis (raffaeledesantiis)