Addio al poeta Nicola Romano. L’Unicef adottò una sua poesia per un evento sull’infanzia

41
in foto Nicola Romano

E’ morto a 76 anni il poeta Nicola Romano. Giornalista pubblicista, autore di diversi articoli a carattere sociale e culturale per diversi periodici, ha vinto molti concorsi nazionali di poesia. Era direttore della collana di poesia dell’editrice palermitana “Spazio cultura”. Alcuni suoi testi sono stati tradotti anche in esperanto e su riviste spagnole, irlandesi e romene. Nel 1997 ha partecipato, su invito, ad incontri di poesia in Irlanda, con lettura di testi a Dublino, Belfast, Letterkenny e Londonderry.
Nel 1984 l’Unicef ha adottato un suo testo come poesia ufficiale per una manifestazione sull’infanzia nel mondo che si è svolta a Limone Piemonte. Con il circuito itinerante de “La bellezza e la rovina” ha partecipato a letture insieme a noti poeti italiani. Tra le sue ricerche ha rivolto grande attenzione ai poeti Vittorio Bodini, Raffaele Carrieri, Leonardo Sinisgalli, Giorgio Caproni, Alfonso Gatto. Tante le raccolte di poesia pubblicate, l’ultima delle quali si intitola “D’un continuo trambusto” (Passigli editori, 2018). con la prefazione di Roberto Deidier. Alcuni suoi testi sono stati tradotti anche in esperanto e su riviste spagnole, irlandesi e romene. Nel 1997 ha partecipato, su invito, ad incontri di poesia in Irlanda, con lettura di testi a Dublino, Belfast, Letterkenny e Londonderry.