Alluvione di Sarno, 20 anni dopo: commemorazione con Sepe

51
In foto il cardinale e arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe

Si svolgerà stasera, a partire dalle ore 19.30, evento commemorativo alla presenza del cardinale Crescenzio Sepe in occasione del ventennale della morte di Vincenzo Di Maro, il medico eroe di Secondigliano morto in servizio durante l’alluvione di Sarno. La manifestazione, che avrà luogo presso la Casa Madre dei Sacri Cuori, in via Dante 2, è stata organizzata dal fratello della vittima, Domenico Di Maro, presidente dell’associazione a lui dedicata, insieme alle associazioni Teatrando onlus e Lovebikenapoli, presiedute rispettivamente da Carlo Valastro e Pietro Di Nocera. Di Maro – medaglia d’oro al valor civile e alla sanità pubblica – aveva 39 anni ed era padre di due figli di 2 mesi e 2 anni, quando il 5 maggio 1998 morì sommerso da una valanga di fango. La commemorazione di sabato, che cade in occasione del ventennale della tragica scomparsa di Di Maro. All’evento interverranno, oltre il cardinale Crescenzio Sepe, il geologo Franco Ortolani, il sindaco Luigi de Magistris, il presidente della VI Municipalità Maurizio Moschetti, il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora, il sindaco di Quindici Eduardo Rubinaccio, il presidente dell’Ordine dei medici di Napoli Silvestro Scotti, il presidente dell’associazione Medici e territorio Roberto Pecoraro, in rappresentanza del Cnr Silvana Pagliuca, il giornalista Carmine Zamprotta. Parteciperanno inoltre l’attrice Lidia Ferrara, il cantautore Pino De Maio, la Corale Polifonica di Sant’Agrippino diretta dal maestro Antonio Guida al piano e dalla maestra Rachele Parisi. E ancora Pamela Paris, Daniele Pelliccia e Manuel Fabozzo e la ballerina Roberta Pugliese.