Bitcoin: Cosa sono e Come funzionano 

189

Bitcoin (BTC) è una valuta virtuale (detta più comunemente criptovaluta), controllata da una rete decentralizzata di utenti e non controllata da una Banca centrale. Anche se ci sono centinaia di criptovalute sul mercato, Bitcoin è di gran lunga la crypto più popolare.

Esattamente come le tradizionali valute fiat (Euro o Dollaro ), Bitcoin ha un determinato valore con il quale è possibile acquistare o ottenere beni di diverso tipo. Al contrario delle monete di Stato, il valore di Bitcoin è però ampiamente volatile. Ecco perché in molti cominciano a considerare Bitcoin un vero e proprio asset. Nel sentire comune in effetti, spesso ci si riferisce a Bitcoin come “Oro digitale”. Proprio per il suo andamento instabile, è più facile considerarlo un bene rifugio, piuttosto che una moneta di scambio. 

Cos’è Bitcoin?

Bitcoin è una criptovaluta creata nel 2009 da un individuo (o un gruppo di individui) sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. I bitcoin possono essere utilizzati per l’acquisto di determinati beni o scambiati con altri utenti privati come corrispettivo per i servizi su blockchain. Possono inoltre essere scambiati con altre valute, sia tradizionali che virtuali, su piattaforme denominate Exchange. 

Le unità intere di Bitcoin possono essere suddivise in decimali che rappresentano unità di valore più piccole. Attualmente, la più piccola unità Bitcoin è il Satoshi, corrispondente a 0.00000001 BTC. Il Satoshi non può essere suddiviso in unità più piccole. Tuttavia, il codice sorgente di Bitcoin è strutturato per consentire future suddivisioni oltre questo livello, se il valore della valuta dovesse apprezzarsi al punto ritenuto necessario.

Come funziona Bitcoin?

Bitcoin è una criptovaluta, il che significa che è supportata da un software che utilizza crittografia e algoritmi altamente complessi per prevenire la duplicazione non autorizzata o la creazione di unità di Bitcoin. I principi di base della crittografia, si basano su principi avanzati di matematica. Grazie all’utilizzo della crittografia asimmetrica, che prevede 2 chiavi (privata e pubblica) è praticamente impossibile rompere il manipolare qualsiasi operazione eseguita sulla blockchain di Bitcoin.

Il Bitcoin è dotato delle seguenti caratteristiche peculiari:

  • Fornisce una forma di pseudo-anonimato
  • È negoziabile su tutti i principali Exchange
  • È basato sulla tecnologia blockchain, un registro pubblico distribuito di tutte le transazioni di bitcoin
  • Le transazioni in Bitcoin sono irreversibili e non duplicabili
  • I bitcoin sono conservabili all’interno di portafogli denominati “Wallet”

Come vengono creati i bitcoin

I bitcoin vengono creati tramite un processo denominato “mining”.

I “miner”sono individui o aziende con accesso a hardware molto potenti, chiamate mining farm. Eseguono compiti matematici incredibilmente complessi nel tentativo di coniare nuovi bitcoin, che poi tengono o scambiano per moneta fiat.

Il codice sorgente di Bitcoin sfrutta questa potenza di calcolo per raccogliere, registrare e organizzare le transazioni non verificate in precedenza, aggiungendo un nuovo blocco alla blockchain ogni 10 minuti circa. Questo lavoro verifica anche l’accuratezza e la completezza di tutti i blocchi esistenti in precedenza, impedendo la doppia spesa e garantendo che il sistema Bitcoin rimanga accurato e completo.

Ogni volta che viene creato un nuovo blocco, viene coniato un numero predeterminato di nuovi bitcoin. I minatori sono “ricompensati” per il loro sforzo e spesso ricevono anche commissioni di transazione pagate dagli acquirenti.

La potenza di elaborazione richiesta ha un costo notevole e comporta il consumo di grandi quantità di energia elettrica spesso alimentata da fonti non rinnovabili.

Come convertire Bitcoin in Euro

Gli Exchange sono piattaforme accessibili a chiunque e che consentono agli utenti di convertire i bitcoin in valute fiat, come l’euro, a tassi di cambio variabili. La maggior parte degli Exchange consente inoltre di scambiare Bitcoin con altre criptovalute, incluse le crypto meno popolari. 

Quasi tutti gli Exchange trattengono una commissione sul valore della transazione, in genere meno dell’1%. A causa della sua popolarità, Bitcoin è più diffuso  rispetto alla maggior parte delle altre criptovalute per cui non è difficile convertire Bitcoin in euro.