Confindustria Caserta, tutela e rilancio del territorio: parte la campagna di comunicazione

70

Confindustria Caserta, in collaborazione con l’Istituto Superiore Enrico Mattei di Caserta e La Reggia Designer Outlet, lancia la campagna di comunicazione “Fuori casa sei ancora a casa” sulla tutela del bene comune, i 6×3 sono già on air in diversi punti strategici della città di Caserta.
Istituito con la presidenza Traettino e coordinato da Adolfo Bottazzo (amministratore unico dell’azienda Ima), il Comitato Tecnico Rebranding del Territorio, persegue un obiettivo ambizioso, ridare slancio all’immagine del territorio casertano coinvolgendo l’intera comunità di cittadini, di associazioni, di istituzioni che vivono e operano a Caserta. Il Comitato, formato da un apposito team strategico, svolge un ruolo di proposta, controllo e coordinamento nella realizzazione di progetti imprenditoriali e artistico culturali sul territorio di Caserta e provincia.
Tra i numerosi progetti promossi da Comitato, degno di nota è la campagna di comunicazione territoriale, realizzata in collaborazione con l’Istituto Mattei (Agenzia Mattei) e La Reggia Designer Outlet “Fuori casa sei ancora a casa” sulla tutela del bene comune, inteso come indispensabile per la vita di ognuno, non riproducibile ed esauribile.
L’Istituto Enrico Mattei di Caserta è un istituto per l’istruzione professionale e artistica, con corsi di studio orientati a formare cittadini consapevoli, competenti, consci delle proprie attitudini e aspirazioni ed educati alla convivenza e alla tolleranza.
La Reggia Designer Outlet di Marcianise, unico outlet village in Campania del noto circuito internazionale della McArthurGlen, entusiasta del progetto, è diventato partner strategico del Comitato Tecnico Rebranding, impreziosendo così la crescente sinergia sul territorio tra l’Associazione degli Industriali e l’Istituto Mattei.
La campagna di comunicazione “Fuori casa sei ancora a casa” è stata concepita per accrescere il senso comune di tutela del territorio. L’obiettivo della campagna è quello di riavvicinare il cittadino al bene pubblico, ma soprattutto contrastare i fenomeni di incuria e vandalismo ai danni di questo. Il target della campagna è alquanto ben delineato: si tratta di adolescenti, prevalentemente di sesso maschile, con alle spalle una cultura spesso deficitaria e un senso di identità collettiva che si limita al piccolo gruppo di appartenenza.
Ciò si traduce, per ciò che attiene la fotografia, nell’uso in scena di attori che rimandino al target; mentre per la grafica di overlay (nell’operare scelte formali e conformi ai gusti dei destinatari), un testo che gioca su asimmetria e dinamismo delle diagonali, che utilizza un font lineare deciso e marcato, sovrapponendosi con apparente irriverenza al visual, impegnandone la porzione meno significativa.
“Le ragioni che rendono attrattivo il nostro territorio sono tante – spiega Bottazzo – custodiamo una vera e propria miniera ricca di competenze radicate, saperi industriali e rapporti sociali; il nostro obiettivo è attivare sinergie tra le giuste risorse e le idee innovative, coordinandole al meglio per rivitalizzare il territorio casertano”.
“Siamo stanchi di ascoltare una Caserta in cui quotidianamente si esaltano le fratture, le distinzioni, le divisioni, le classifiche negative; l’unico modo per salvare il nostro territorio è restarci, risalirne alle radici e rinsaldare il legame con il territorio, senza mai smettere di guardare lontano – Luigi Traettino, presidente Confindustria Caserta – L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi, Marcel Proust”.
Oggi occorre guardare il territorio di Caserta e la Sua Provincia con nuovi occhi e soprattutto raccontarlo con approccio propositivo e collaborativo; ecco lo scopo del Comitato Tecnico Rebranding del Territorio di Confindustria Caserta.