Giovani di Confindustria, Ricci (Eni): Per l’energia transizione epocale, no ad approcci ideologici

51
in foto Giuseppe Ricci, Chief Refining & Marketing Officer di Eni

“Stiamo vivendo una fase di transizione epocale del sistema energetico che impatterà sulle nostre abitudini e sul nostro modo di lavorare e sul nostro modello di vita e di mobilità”. Così Giuseppe Ricci, chief refining & marketing officer di Eni, al convegno dei Giovani imprenditori a Capri. “Il problema – osserva il presidente di Confindustria Energia – è così complesso che non può essere affrontato con approccio ideologico o limitato solo a parte del problema, ma deve essere analizzato in tutte le sue componenti, guardando a tutta la filiera produttiva e ricercando un mix di soluzioni che rappresenti l’ottimo di tutti gli obiettivi, ambientali, economici e sociali, con grande attenzione alle infrastrutture energetiche che rappresentano un elemento fondamentale per la sicurezza e la competitività del sistema”. Il modello di consumo, aggiunge, “va superato e va perseguita la logica dell’economia circolare, perché le materie prime sono preziose e i rifiuti costituiscono un problema che rischia di soffocarci, ma può diventare una grande opportunità”. “È quindi tempo di un approccio olistico e di sinergia tra tutte le componenti per intraprendere un percorso comune di innovazione e evoluzione del nostro modello economico che veda coinvolti tutti i diversi settori industriali, abbandonando le contrapposizioni ma ricercando viceversa i punti di incontro e di complementarietà perché gli obiettivi sono comuni e le risorse sono limitate”, conclude.