“Giusti nel mondo”, avvocati di Torre Annunziata in campo per ricerca

29
in foto Gennaro Torrese, presidente dell'Ordine degli avvocati di Torre Annunziata

Un premio al lavoro del ricercatore Andrea Ballabio e una gara di solidarietà per raccogliere fondi da destinare all’istituto Tigem di genetica e medicina di Pozzuoli. E’ il senso della seconda edizione di ”Giusti nel mondo”, l’iniziativa promossa dall’ordine degli avvocati di Torre Annunziata, in programma il prossimo 30 giugno allo Yacht Club Marina di Stabia. ”L’avvocatura deve uscire dai palazzi. Deve stare tra la gente e camminare al fianco di chi fa della ricerca e della solidarietà le proprie prerogative” sono le parole usate da Gennaro Torrese, presidente dell’Ordine degli avvocati di Torre Annunziata, nel presentare l’iniziativa. ”In occasione della prima edizione – aggiunge Torrese – la scelta cadde sul premio Nobel per la Pace 2015 Abdelaziz Essid. Stavolta il riconoscimento ha assunto un carattere meridionalista: tra i nomi in lizza, abbiamo optato per una personalità del Sud capace di distinguersi nel mondo”. E anche i fondi raccolti dagli avvocati saranno interamente devoluti all’istituto Tigem: gli avvocati e i partecipanti pagheranno 50 euro per l’intera serata, con degustazioni e la presenza tra gli altri dell’intrattenitore radiofonico Rosario Pellecchia, mentre il costo dell’open bar e serata musicale dalle 22 sarà di 25 euro: ”All’ingresso – conclude Gennaro Torrese – sarà poi presente un’urna dove ognuno degli invitati potrà lasciare in forma del tutto anonima ulteriori contributi”.