Imprese, a Napoli in 100 firmano per la responsabilità sociale

122

Cento protocolli sulla responsabilità sociale d’impresa firmati con organizzazioni, profit e no profit, pubbliche e private e ora la sfida di organizzare a Napoli gli Stati generali della responsabilita’ sociale. E’ con un bilancio positivo e molti progetti che si chiude l’edizione 2019 del Salone Mediterraneo della Responsabilita’ Sociale Condivisa, ideato e organizzato a Raffaella Papa. “In tanti – spiega Papa – hanno accettato con noi questa grande sfida, non solo come testimonianza di impegno ma soprattutto come attori del fare, dando vita tra le varie azioni, al Forum Permanente per la Responsabilita’ Sociale nel Mediterraneo, come tavolo stabile di lavoro, ed a una convention annuale che arriva alla sua settima edizione. Un’iniziativa che e’ diventata ormai un appuntamento di riferimento e che vede innovare ancora il suo format”. L’ultima giornata si e’ chiusa con il workshop dedicato ai media “Comunicare il sociale, la responsabilita’ di comunicare” e la consegna dei Premi di chiusura della settimana dedicata al tema, che ha messo in campo per il quarto anno la sua campagna di sensibilizzazione per promuovere la diffusione della cultura della responsabilita’ sociale, come diritto-dovere di ciascuno nel dare il proprio contributo per migliorare la qualita’ di vita delle generazioni di oggi e di domani. Il punto di riferimento, spiega Papa, “E un processo di contaminazione culturale che trova nei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, promossi per l’Agenda 2030, un potente strumento di comunicazione iconografica, riconosciuto e riconoscibile a livello globale, al di la’ di ogni appartenenza linguistica e capacita’ di lettura”. I riconoscimenti finali sono andati all’Istituto Don Orione, alla redazione giornalistica di Mattina 9, al cortometraggio sul bullismo del giovanissimo youtuber 13enne Adriano Cirasa, al due musicale Armonika e alla StartUp Wolffia che ha ricevuto anche un contributo economico per la sua positiva azione per l’ambiente.