Napoli, amministrative 2016. Sondaggi e sondaggi

Eccoli ! Come sempre alla vigilia di elezioni, impeccabilmente puntuali, sondaggi e sondaggini su candidati, partiti e coalizioni. Non mancano mai e quasi sempre vengono smentiti dal voto reale sul quale regna imperante l’incognita della percentuale della partecipazione alle consultazioni.

Se dovessimo dare credito alle intenzioni di voto espresse dai cittadini per le prossime amministrative di Napoli, secondo le indagini effettuate, la battaglia per diventare Sinnaco dovrebbe svolgersi tra l’uscente Giggino De Magistris e il candidato grillino se ci sarà o Gianni Lettieri per il centrodestra, sia Antonio Bassolino che Valeria Valente sarebbero relegati al ruolo di comparse.

Diverso sarebbe il voto per le coalizioni che vedrebbero in prima linea centrodestra, centrosinistra e grillini.

Se, se, se. Troppi i se.

Basta pensare che lo stesso sondaggio rileva che vi è un 45 per cento di napoletani tra indecisi e astenuti.

Quindi? E’ proprio il caso di dire che qualcuno ha dato i “numeri”.

A parte Gianni Lettieri e Giggino ex arancione, la partita è ancora tutta da giocare.

I grillini hanno problemi seri al loro interno e ancora non sanno che pesci prendere. Esporre un proprio concorrente all’ambita poltrona Sinnacale o allearsi con l’attuale sindaco che sembra aver incassato l’appoggio di Pecoraro Scanio ex ministro, ex leader dei Verdi ed ex non si sa più che cosa?

Il dilemma non è ancora sciolto e di certo peserà nella tenzone elettorale.

Ma l’incognita ancora più significativa è rappresentata dal voto delle Primarie che il prossimo 6 marzo sancirà la nomination per il centrosinistra.

Come già da noi previsto, la vera competizione in questa alleanza riguarda Bassolino e la Valente.

Sempre secondo i citati sondaggi, i due sono in corsa con un testa a testa molto risicato, poco più dell’1 per cento e se si tiene conto che la Valente ha quasi tutto il Pd che la sostiene qualche domanda viene anche spontanea.

Chi sostiene Antonio Bassolino?

Verrebbe da rispondere d’acchito il popolo napoletano non Democrat?

Non è così. In sostanza una parte di pidiessini e di esponenti dei vari partiti che compongono l’alleanza di centrosinistra sostengono l’ex sindaco ed ex presidente della Regione fidandosi della  sua consolidata esperienza di governo.

A questo si aggiunge che dopo il “passo dopo passo” Bassolino ha sperimentato la “casa dopo casa”. Contatto diretto con gli elettori.

Dunque?

La partita è tutta ancora aperta sia per la nomination sia per l’elezione a Sinnaco.

Noi e le stelle stiamo a guardare.