Ruggi d’Aragona, attivato a Salerno il centro Stroke H24

46

“Tutto il lavoro che stiamo facendo è per darci un’organizzazione che consenta ad un paziente con i primi sintomi di un ictus di arrivare in un’ora qui al Ruggi perché in questo modo si salva la vita ai pazienti e si preservano gran parte delle funzioni in relazione al danno celebrale”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, questa mattina, ha commentato l’attivazione del Centro Stroke H24 all’interno dell’Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. “Questo – ha aggiunto De Luca – è uno degli interventi importanti che stiamo organizzando per la sanità campana e salernitana. Voglio dirvi con molta franchezza che negli ospedali vedo che a volte ci sono piccoli problemi non risolti, nei reparti c’è qualcosa che non va, manca a volte ancora il personale, c’è ancora un livello molto alto di liste di attesa, ci sono dei lavori di manutenzione da fare, ma sapete che veniamo da anni di calvario ad esempio proprio per il personale. So che ci sono ancora piccoli problemi nei territori ma adesso noi ci siamo dovuti concentrare sulle problematiche essenziali perché la rete dell’infarto e la rete dell’ictus è quella che salva la vita dei pazienti. Poi, da oggi in poi, cominceremo a lavorare anche sui piccoli dettagli e su quei problemi che vanno affrontati perché a volte i cittadini hanno la sensazione che le cose non cambiano, ma non è così. Noi davvero stiamo voltando pagina nella sanità. Chiedo solo un po’ di pazienza perché abbiamo dovuto risanare i bilanci, approvare tutti i conti consuntivi, recuperare i soldi per rifare le strutture”. “Non avevamo un euro e nonostante ciò, in un anno e mezzo, abbiamo recuperato un miliardo e trecento milioni di euro per fare interventi sugli ospedali e sui reparti. È stato davvero un lavoro immane. Lavoreremo – ha garantito ancora De Luca – nei prossimi mesi per ridurre drasticamente le liste di attesa e affrontare anche i piccoli problemi”. All’evento di questa mattina, al quale è intervenuto anche il Direttore Generale AOU Giuseppe Longo, è stato presentato il video di comunicazione sociale ICTUS#farepresto realizzato dall’Azienda ospedaliera per evidenziare l’importanza della velocità d’intervento.