A Mary Avery la presidenza onoraria del neonato Comitato per il Sud di Amcham Italy

72
In foto Mary Avery sulla terrazza del Consolato Usa di Napoli

AmCham Italy, associazione affiliata alla Camera di commercio di Washington (la Confindustria statunitense della quale fanno parte oltre tre milioni di imprese, annuncia la costituzione del Comitato per il Sud. A Mary Avery, console Usa a Napoli, è stata affidata la presidenza onoraria. Componenti di diritto dell’organismo sono i Local Chapters di AmCham nelle Regioni del Meridione, tra cui il rappresentante locale per la Regione Campania, Massimo Petrone, nominato presidente operativo, dell’Università degli Studi del Sannio e dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”.
“Da oltre 100 anni – si legge in una nota diffusa dalla American Chamber of Commerce in Italy -, sviluppa e favorisce le relazioni economiche e culturali tra gli Stati Uniti e l’Italia, promuovendo e tutelando gli interessi dei propri Associati nell’ambito dell’attività di business tra i due Paesi. Grazie anche alla rete di rappresentanti Locali nelle principali città italiane, AmCham Italy è in grado di garantire su tutto il territorio nazionale il supporto necessario alle imprese che intendono internazionalizzare, sviluppando la propria attività in un mercato come quello statunitense.
Il Sud Italia è sempre più al centro del dibattito pubblico e delle attenzioni delle istituzioni, come dimostra anche il piano “Next Generation Italia” che punta a favorire un rilancio degli investimenti e dell’occupazione nel Meridione. AmCham, grazie alla presenza dei suoi Rappresentanti Locali nel Sud del Paese, e al grande interesse del Console Generale Usa a Napoli, Mary Avery, ha rilanciato dunque l’idea di costituire un Comitato per il Sud, che sfrutti l’opportunità offerta da Next Generation Italia, sulla scia di quanto già fatto dal Comitato per lo sviluppo del Sud nato nel tardo 2003 sotto la presidenza di Ercole Pellicanò (Caterpillar) e composto da 15 membri tra cui Pietro Ciucci (Stretto di Messina), Emmanuele Emanuele (Cassa di Risparmio di Roma), Andrea Monorchio (Infrastrutture SpA), Beniamino Quintieri (Ice), Santo Versace (Gianni Versace).
“Il percorso di crescita dell’Italia non può prescindere dal coinvolgimento delle regioni del mezzogiorno, con un passato di grande tradizione industriale e oggi desiderose di tornare attrattive nei confronti degli investitori italiani e internazionali – ha affermato Simone Crolla, managing director di AmCham Italy –. L’economia italiana, come quella europea, è profondamente interconnessa. Ciascuna sua parte, ciascuna Regione cresce perché si integra con le altre e investire al Sud oggi, significa pensare all’Italia di domani. – Ha aggiunto Crolla – Il Sud è un grande giacimento di prodotti agricoli e agroindustriali, spesso ad altissima qualità, così come di servizi turistici, culturali, ricreativi. Il Sud è una grande riserva delle nuove energie, naturali e rinnovabili, che stanno diventando sempre più importanti nell’offerta mondiale. Ha una posizione geografica unica ed è la sede principale delle produzioni automobilistiche e siderurgiche italiane; una sede importantissima di quelle aeronautiche e delle componentistiche e vanta una tradizione artigiana di altissima qualità, non da ultimo, conta imprese competitive in produzioni meccaniche ed informatiche avanzate. Il Sud ha Napoli con le sue prestigiose Università e una sede Consolare che ringrazio per l’amicizia e la cooperazione”.
“La creazione di un comitato interamente dedicato al Sud Italia all’interno di AmCham Italy è una iniziativa che saluto con grande favore ed entusiasmo – ha detto la Console Generale degli Stati Uniti a Napoli, Mary Avery -. Sono felice di assumerne l’incarico di presidente onorario. È una ulteriore testimonianza dell’amicizia e della costante e proficua collaborazione tra il Consolato Generale degli Stati Uniti a Napoli e AmCham Italy, che ringrazio ancora per avermi offerto questo ruolo”.
Tra gli obiettivi del Comitato vi sono
• L’identificazione dei principali temi di discussione sul Meridione e sul suo sviluppo, per la definizione di un’agenda operativa che possa essere competitiva verso le Istituzioni
• La realizzazione di contributi sull’argomento che mettano al centro gli investimenti e l’importanza della relazione transatlantica
• La creazione di specifici momenti di discussione sul rilancio del Sud con Istituzioni, università, esperti, ecc.;
• La formulazione di proposte da sottoporre agli organismi competenti sia a livello nazionale che sovranazionale, per suggerire interventi normativi sui temi trattati nel Comitato.
“Ritengo che il ruolo del Comitato sia di estrema importanza perché dovrà fare in modo che Paesi storicamente alleati, Stati Uniti d’America e Italia, ed in particolare il Sud Italia ove sono presenti importanti insediamenti americani, militari, commerciali e governativi, possano sempre più sviluppare relazioni economiche, commerciali e sociopolitiche – ha affermato Massimo Petrone, rappresentante AmCham Italy per la Regione Campania e direttore delle Relazioni esterne di Petrone Group -. Con il Comitato lavoreremo per la costruzione di nuove opportunità sia per investitori americani nel Mezzogiorno d’Italia, che per investitori italiani nel grande scenario degli Stati Uniti. Inoltre, l’autorevole presenza dell’Università Vanvitelli, e del suo rettore professore Nicoletti, che ha sposato il progetto, giocherà un ruolo importante nella formazione dei giovani nelle varie discipline, connettendo così sempre di più il mondo delle imprese italiane e americane a quello accademico”.