Associazioni italo-venezuelane del salernitano, appello a Mattarella per il caso Guaidò

33
In foto Juan Guaidò

Le associazioni italo-venezuelane “Alma llanera” di Marina di Camerota e “Civitella” di Moio della Civitella (entrambe in provincia di Salerno) hanno scritto una lettera al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per chiedere a istituzioni e politici italiani di riconoscere Juan Guaidò come presidente ad interim del Paese sudamericano. Una richiesta, fanno sapere le sigle in una nota, che si accompagna all’appello fatto “alla numerosa comunità italo-venezuelana ad unirsi in una grande manifestazione a Roma per chiedere di non ignorare la drammatica situazione del Venezuela”. “Dissociandosi dall’incomprensibile posizione assunta dal governo italiano – forse non totalmente consapevole dell’importanza di favorire un governo di transizione che restituisca lo Stato di Diritto, la legalità, e la democrazia nel paese latinoamericano – hanno inviato un’accorata lettera al presidente Mattarella e lanciano un appello alla numerosa comunità italo-venezuelana presente in Italia ad unirsi in una grande manifestazione a Roma per chiedere di non ignorare la drammatica situazione del Venezuela”, si legge nella nota.