Bando Itia, la Regione incontra i sindaci del Beneventano

47

È in programma per mercoledì 25 luglio 2018, alle ore 10 presso la sede della Provincia di Benevento, un incontro informativo con tutti i sindaci della provincia e i Coordinatori degli Uffici di Piano degli Ambiti Territoriali sull’Avviso pubblico “Itia – Intese Territoriali di Inclusione Attiva” promosso dalla Regione Campania. I saluti istituzionali saranno affidati al presidente della Provincia di Benevento Claudio Ricci. Seguirà l’intervento del consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, Erasmo Mortaruolo e dell’assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania Lucia Fortini. Le modalità di partecipazione all’avviso saranno poi illustrate da Fortunata Caragliano, direttore generale per le Politiche Sociali e Socio-Sanitarie della Regione Campania.
“L’iniziativa – spiega Mortaruolo – è finalizzata a illustrare contenuti e modalità di partecipazione al dispositivo approvato dalla Giunta regionale della Campania al fine di favorire la più ampia partecipazione del territorio. Il bando sulle intese territoriali di inclusione attiva rappresenta uno sforzo imponente da parte della Regione Campania dal punto di vista finanziario, in quanto mette a disposizione 60 milioni di euro a favore di persone svantaggiate e a rischio esclusione sociale, ma anche un vero banco di prova delle capacità dei territori di fare rete nel campo del sociale. Con l’assessore Fortini abbiamo quindi deciso di tenere un incontro nel Sannio, con tutti gli Amministratori locali, sempre in prima linea nel sostenere i più deboli e quanti vivono situazioni di disagio per condividere iniziative concrete per il reinserimento attivo dei soggetti coinvolti nei programmi di aiuto”. “La Regione Campania – aggiunge l’assessore Fortini – investe risorse a sostegno dei più deboli, coinvolgendo il terzo settore, gli enti locali, le imprese e organizzazioni sociali. Vogliamo, in questo modo, promuovere un modello di welfare moderno, vicino e attento alle esigenze del territorio, dove tutti possono e debbono avere un’opportunità”.