Battisti, il Brasile lo scarica

22

Brasilia, 13 ott. (AdnKronos) – Cesare Battisti “ha rotto il patto di fiducia” con il Brasile e la sua vicenda “è un ostacolo ai rapporti fra Brasile e Italia, e al rapporto con tutta l’Unione europea”. A dirlo, in una intervista alla Bbc, è il ministro brasiliano della Giustizia, Torquato Jardim, che espone gli argomenti per rivedere la decisione presa nel 2010 dall’ex presidente Lula di negare l’estradizione.

“Gli italiani non perdonano al Brasile di non aver rimandato indietro Battisti”, ha aggiunto il ministro che per la prima volta parla dei negoziati per l’estradizione di Battisti. Secondo Jardim, il tentativo di Battisti di recarsi in Bolivia rappresenta “il fatto nuovo” su cui basare l’estradizione.

Il ministro raccomanda tuttavia che il presidente brasiliano Michel Temer aspetti la decisione del Tribunale Supremo Federale sull’habeas corpus preventivo, richiesto dalla difesa di Battisti. L’intenzione è di evitare che la decisione di Temer possa essere ribaltata dal Tribunale.