Calitri, firmata la convenzione con l’Università della Basilicata

45

“E’ fondamentale la contiguità territoriale e culturale tra Calitri, l’Irpinia e la Basilicata, come fattore anche di scambi commerciali e produttivi oltre che culturali, essendo questi i territori di Gesualdo da Venosa”. Lo ha detto, attraverso l’ufficio stampa del Consiglio regionale della Basilicata, il presidente dell’assemblea, Francesco Mollica, a Calitri (Avellino), dove è stato firmata una convenzione tra il Comune e l’Università degli Studi della Basilicata per la valorizzazione degli ipogei calitrani e lucani. “Un protocollo – ha aggiunto il presidente – che coinvolge non solo i Comuni che fanno parte del Parco urbano delle cantine (Rapolla, Barile, Pietragalla e Tolve) ma anche Venosa, Forenza e Acerenza”. Mollica ha quindi ricordato, la questione della viabilità tra Calitri e Lioni e San Nicola di Melfi con strade quali l’Ofantina e la strada statale 421 campana. “Proprio il sindaco di Calitri Michele di Maio – ha concluso – ha invitato ad un impegno per migliorare e potenziare i collegamenti stradali tra la zona industriale lucana fino a Lioni. Una strada esistente ma che necessita di un potenziamento e di una continua manutenzione”.