Cassa in deroga per 88 aziende. Ne beneficeranno 3500 campani

32

L’assessorato al Lavoro della regione Campania ha inviato all’Inps i decreti per il finanziamento della cassa in deroga per le aziende ammesse al 28 L’assessorato al Lavoro della regione Campania ha inviato all’Inps i decreti per il finanziamento della cassa in deroga per le aziende ammesse al 28 febbraio scorso: i beneficiari sono in totale 3.488 lavoratori, distribuiti in 88 aziende, per fondi stanziati pari a circa 27 milioni di euro. “Continua l’impegno della Regione Campania – sottolinea in una nota l’assessore al Lavoro, Severino Nappi (nella foto) – in favore del comparto più debole del mercato del lavoro: i lavoratori delle aziende in crisi. La scorsa settimana abbiamo emesso i primi decreti per chi è in mobilità, adesso diamo avvio ai decreti per chi deve percepire la cassa in deroga, ancora una volta primi in Italia. Oggi stesso – prosegue l’esponente della giunta campana – i nostri uffici hanno trasmesso i decreti all’Inps e nei prossimi giorni saranno liquidati. Continuiamo a seguire con attenzione questi processi, affiancando al sostegno anche le necessarie attività di politiche attive finalizzate alla riqualificazione e alla ricollocazione di questi lavoratori vittime della crisi e che non possono accedere ad altri tipi di sostegno da parte dello stato”, conclude Nappi. Ulteriori decreti saranno emanati nella prossima settimana. Nel rispetto della tempistica concordata con azienda e Governo, nell’elenco di Avellino sono compresi i primi lavoratori di Irisbus. In dettaglio, il provvedimento riguarda in provincia di Avellino 699 lavoratori in 13 aziende; in quella di Benevento 13 lavoratori in 2 aziende; nel Casertano 437 lavoratori in 18 aziende; nel Napoletano 1752 lavoratori in 43 aziende; e in provincia di Salerno 487 lavoratori in 12 aziende. Il totale delle risorse stanziate è di circa 27 milioni di euro. Ulteriori decreti saranno emanati nella prossima settimana. Nel rispetto della tempistica concordata con azienda e Governo, nell’elenco di Avellino sono compresi i primi lavoratori di Irisbus.