Specializzazione sanitaria. 10mln ad Atenei campani

79

Un budget di 10 milioni di euro di fondi Po Fse, finalizzati a attivare contratti delle scuole di specializzazione presso le università regionali. La Regione Campania pubblica i Un budget di 10 milioni di euro di fondi Po Fse, finalizzati a attivare contratti delle scuole di specializzazione presso le università regionali. La Regione Campania pubblica i primi bandi del bando del pacchetto da 50milioni di euro destinati ai giovani laureati della Campania che prevede anche 30 milioni per i dottorati di ricerca, 8 mln per gli assegni di ricerca; 2 mln di euro, sotto forma di voucher, per i master di secondo livello con un contributo per le spese di iscrizione fino a 20mila euro e ulteriori 2 milioni di euro da mettere ancora a bando. Possono proporre proposte progettuali gli Atenei con sede in regione Campania che abbiano attivato scuole di specializzazione in materia sanitaria nell’ultimo triennio. Ciascun Ateneo potrà presentare, a pena di inammissibilità, un’unica domanda. Considerando che l’obiettivo strategico dell’intervento è quello di migliorare le condizioni per la crescita e l’occupazione locale, destinatari dellamisura possono essere esclusivamente i laureati nati e residenti in Campania. Con le risorse del bando saranno finanziati esclusivamente i contratti delle scuole di specializzazione in materia sanitaria, assicurazioni contro gli infortuni e le eventuali polizze fideiussorie, se richieste dall’amministrazione regionale. L’indennità da riservare allo specializzando dovrà essere pari a quanto previsto dalla normativa nazionale vigente. Nessun cofinanziamento privato per i progetti candidati al finanziamento: il contributo del Fondo sociale europeo coprirà il 100 per centodelle spese previste. Qualora l’operazione generasse entrate, queste dovranno essere sottratte dal totale dei costi dell’operazione. Le proposte Le proposte dovranno precisare i criteri utilizzati da ciascun Ateneo per la quantificazione dei contratti aggiuntivi richiesti, ovvero numero massimo degli iscrivibili a ciascuna delle Scuole di specializzazione; numero di contratti di formazione specialistica assegnati dal Miur a ciascuna Scuola; numero di domande di partecipazione alla selezione; numero di sedi universitarie aggregate alle singole Scuole; rapporto fra il numero delle domande presentate per la selezione e numero di contratti assegnati dal Miur. L’elenco delle proposte ammissibili con l’importo assegnato a ciascun Ateneo saranno approvate con decreto del direttore generale per l’Università, la Ricerca e l’Innovazione e pubblicate nel Burc. Successivamente, il beneficiario sottoscriverà l’atto di concessione con cui accetta formalmente il finanziamento e si obbliga ad eseguire l’attività. Le domande dovranno essere consegnate, a mano o tramite raccomandata, entro le ore 12 del 30esimo giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso sul Burc (la scadenza, quindi è il 2 aprile) presso l’Ufficio Protocollo della Direzione Generale per l’Università, laRicerca e l’Innovazione della Regione Campania – Via Don Bosco n. 9/E –Napoli. •••