Dema, a rischio altri due impianti: mercoledì vertice all’Unione Industriali

16

Altri due impianti a rischio nel già precario futuro della Dema aeronautica. Si tratta di quelli di Brindisi dove sono impiegati 100 addetti e quello della Cam di Benevento (100 operai). Incertezze che si aggiungono ai timori per i 99 licenziamenti alla Dema di Somma Vesuviana (500 addetti). Per parlare di questa situazione ma soprattutto per conoscere il piano industriale e la programmazione delle commesse, il ministero per lo Sviluppo Economico, su richiesta della Regione Puglia, ha fissato un vertice con l’azienda e i sindacati per il 29 gennaio a Roma. Sarà quello un incontro importante anche se prima ancora di quella data, mercoledì prossimo 20 gennaio, ci sarà un appuntamento all’Unione degli Industriali di Napoli ancor più delicato perché incentrato proprio sul caso vesuviano. L’azienda per ora pare non vedere altra strada rispetto ai 99 licenziamenti, visti il perdurare della crisi economica nazionale, la situazione debitoria e i tagli alle commesse. I sindacati però chiedono una marcia indietro avvenuta già altre due volte in passato con l’utilizzo della cassa integrazione.