Diabete killer, in Campania è un emergenza legata al sovrappeso: ne soffre oltre il 50% per cento della popolazione

85

“La situazione in Campania è legata alla elevata prevalenza di sovrappeso, più del 50% della popolazione regionale”. Lo ha dichiarato all’agenzia Dire Gabriele Riccardi, professore di Endocrinologia dell’università Federico II Napoli, a margine del convegno “Roadshow Diabetologia, diabete mellito e complicanze cardiovascolari” che si sta svolgendo all’isola A6 del Centro direzionale di Napoli. L’incontro, continua la Dire, a cui ha preso parte anche Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, mira a costruire un ponte tra le ultime ricerche in materia di trattamento del paziente ed i servizi offerti dal Servizio sanitario regionale a fronte di una diffusione del diabete che, in 30 anni,è quasi raddoppiata, sia a causa di un peggioramento dello stile di vita degli italiani, sia come conseguenza dell’anticipazione delle diagnosi e dell’aumento della sopravvivenza di chi soffre di questa patologia. Oggi i malati in Italia sono quasi 4 milioni di persone. “Il diabete in Campania – avverte Riccardi – sta diventando una vera epidemia. Non si tratta, però, di mangiare meno pane e pasta o di togliere lo zucchero dal caffè, bisogna cambiare l’alimentazione nel suo complesso e fare esercizio fisico. Succede che arrivano da noi persone quando già le complicanze sono presenti, almeno con 5 anni di ritardo rispetto all’inizio della malattia”.